News :
wamiz-v3_1

Attenzione alle strade roventi!!!☀🔥

Pubblicità

L'importanza di eseguire una corretta e regolare pulizia dei denti del cane

Cane nero con bocca spalancata guarda l'obiettivo advice
© Pixabay

I denti del cane non vanno certamente lavati due volte al giorno come facciamo noi. Tuttavia una regolare pulizia dei denti è utile per migliorare la qualità di vita del nostro Fido. Ecco perché e come fare!

Di Eleonora Chiais

Fino a poco tempo fa, la cura dei denti del cane non veniva quasi considerata tra le normali pratiche quotidiane per il benessere del nostro fedele amico e pochi si sarebbero chiesti di fronte a dei denti del cane brutti come curarli. Oggi, al contrario, l’igiene orale del cane è considerata un fattore importante nella prevenzione di numerose malattie e disturbi, tanto da essersi guadagnata un posto rilevante nella gestione degli amici a quattro zampe. Il benessere di Fido, d’altra parte, passa proprio per la sua bocca e una cura approfondita dei denti del cane, delle gengive e della cavità orale in generale è una vera e propria assicurazione per la salute del nostro amico peloso. Ecco, quindi, perché la cura dei denti del cane è così importante e qualche suggerimento utile per occuparsene al meglio.

Cani, la cura dei denti

Cariati, rotti o ricoperti dal tartaro, i denti devono essere curati per evitare problemi significativi alla masticazione e di conseguenza all’apparato digerente. Come curare il mal di denti al cane diventa, quindi, un fattore di primaria importanza. Il primo passo è certamente quello della prevenzione, che può essere attivata mediante l’utilizzo, fin dalla più tenera età, di giocattoli e prodotti specifici che stimolino le gengive e al contempo contribuiscano all’igiene orale.

Un altro metodo da utilizzare fin da quando i cagnolini di casa sono dei cuccioli è quello di pulire regolarmente i denti di Fido, almeno una volta alla settimana, con uno spazzolino adatto, ricordandosi di non usare dentifrici per umani ma piuttosto prodotti specifici adatti ai cani. Per i cagnolini di pochi mesi il suggerimento, in questo caso, è quello di optare per gli spazzolini specifici (vale a dire una sorta di ditale creato ad hoc per garantire la corretta pulizia dei più piccoli tra i quattro zampe) e di proporre al piccolo quadrupede di casa questa attività in forma di gioco per stimolare la sua partecipazione e rendere la procedura divertente e simpatica.

Se Fido è più adulto, invece, il consiglio è quello di optare per uno spazzolino dal manico abbastanza lungo da arrivare fino ai denti posti nella parte posteriore della bocca e di proporre il momento della pulizia come un’occasione per trascorrere del tempo insieme. Nulla di più interessante per un cucciolo cresciuto ma sempre alla ricerca delle attenzioni del suo due zampe preferito!

Mangime per cani per la cura dei denti

Accanto alla buona abitudine di optare per l’utilizzo regolare di spazzolino e dentifricio per Fido, poi, c’è la scelta di un buon mangime per cani per la cura dei denti. In commercio, infatti, esistono diversi prodotti specifici – da utilizzare come snack o come premi – che aiutano i due zampe nella (difficile) impresa della cura dei denti del cane e che possono essere proposti al fedele pelosetto di casa come premio o come “extra” fuori pasto aiutandolo a mantenere la dentatura il più possibile sana e pulita.

Accanto a questi, poi, molti esperti suggeriscono la possibilità di optare per una dieta per cani a base di crocchette che, al contrario del cibo umido, lasciano una minor quantità di detriti tra i denti e dunque contribuiscono a mantenerli più puliti e più sani. Una scelta di questo genere, comunque, dovrà sempre essere concordata con il proprio veterinario di riferimento che sarà l’unico a poter suggerire l’alimentazione più indicata per ogni singolo caso.

Come curare il tartaro dei denti del cane?

Quando la placca dentale, nel tempo, si mineralizza, allora, si forma il cosiddetto tartaro, uno strato giallo o marrone che avvolge la superficie del dente e può generare gravi infezioni alla gengiva procurando anche la caduta dei denti del cane. Certo si può tentare, quando si ha un cane con il mal di denti, una cura fai da te, ma si tratta di una strada da non seguire perché i rischi superano – nella maggior parte delle volte – i benefici possibili.

La miglior pratica da seguire in questo caso, infatti, è quella di far intervenire il veterinario che, per eliminare il problema, potrà scegliere di addormentare l’amico peloso per poter operare in modo approfondito con una (preziosa!) detartrasi.

Leggi anche