News :

TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

Pubblicità

Come educare un cucciolo di maltese

cucciolo di maltese su panchina advice
© Pixabay

Avete un cucciolo di maltese, o state per adottarne uno? Ecco alcuni consigli per capire come educare un cucciolo di maltese già dal suo arrivo in famiglia.

Di Coryse Farina

Avere un cucciolo di maltese in casa non può che portare gioia e divertimento per tutta la famiglia. Nonostante il suo muso dolce ed irresistibile, bisogna sapere però come educare un cucciolo di maltese già dal suo arrivo in famiglia perché non possiamo lasciare che il cane faccia ciò che voglia. Questi pochi e semplici consigli, vi aiuteranno a capire. La prima regola per addestrare un cucciolo di maltese è resistere ad ogni tentazione.

Scopri tutti gli standard di razza del Maltese

Il maltese è un cane delicato: la piccola taglia dell’animale, il suo pelo bianco, soffice e morbido, e quegli occhioni dolci, vi porteranno a permettergli qualsiasi cosa. Ma bisogna saper resistere alla tentazione di lasciargliela passare. È l’unico modo per instaurare una convivenza serena con il giusto equilibrio tra l’amore e le coccole, e la dominanza ed il rispetto delle regole. Proprio come i bambini, anche i cani possono diventare maleducati. È dunque, compito vostro capire come addestrare un cane maltese, affinché non vi faccia impazzire anche nelle attività quotidiane come passeggiare, fare i bisogni ed abbaiare.

Il vostro compito sarà garantirgli amore, coccole, rispetto, cibo sano ed equilibrato, acqua fresca sempre, una casa e delle cure veterinarie. Ma l’educazione è altrettanto importante. Soprattutto se non vogliamo ritrovarci con un cane che tira al guinzaglio, che salta addosso a chiunque, un cane che morde o fa i bisogni ovunque. È necessario, dunque, educarlo ad alcune regole fondamentali.

Come educare un cucciolo di maltese a fare i bisogni?

Il cane non è istintivo come il gatto, che per fare i bisogni cerca sempre un terreno fatto di terra, erba o sabbia per poter interrare le feci. Il cane ha tendenza a fare i suoi bisogni un po’ ovunque. La prima cosa che bisogna dunque fare, una volta arrivato a casa, è educarlo a fare i bisogni. In base alle vostre disponibilità, potrete adottare il metodo di pulizia che più preferite. È bene fare uscire il cane almeno due volte al giorno.

Per le prime volte, è bene far uscire il cucciolo subito dopo il pasto. È proprio in questo momento che sente una maggior necessità di fare i bisogni. In questo modo, abituerete il cane ad aspettare il momento del dopo-pasto per potersi liberare. È bene, nel rispetto della comunità, munirsi di sacchettini biodegradabili per la raccolta di eventuali feci, così come di una bottiglina d’acqua per pulire eventuali pipì sui muri.

Se invece siete costretti a lasciare il cane maltese in casa da solo, mentre siete a lavoro, poiché siete vincolati dagli orari o le condizioni atmosferiche non vi permettono di fare uscire il cane, è bene prevedere il metodo della carta o traversina. Scegliete un punto preciso, lontano dalle sue ciotole e designatelo come suo bagno personale. Non servirà metterne dieci in casa, ne basterà uno solo, accessibile e ben visibile. Per le prime volte, provate a portare più volte il cucciolo di maltese sulla traversina, finché non capisce che quello è un suo spazio riservato ai bisogni. Non appena vedete che si accovaccia per liberarsi, prendetelo e portatelo sul tappetino. È solo questione di abitudine, tempo qualche settimana e non avrete più problemi.

Come addestrare un maltese cucciolo ai comandi base?

Come per qualsiasi altra razza, l’importante è educare un cucciolo di maltese senza arrabbiarsi o alterarsi. Questo metodo, viene chiamato rinforzo positivo, e consiste nel premiare il maltese quando si comporta bene, senza punirlo per i suoi errori. I cani infatti non sempre capiscono la vera motivazione delle punizioni, è dunque bene optare per il metodo inverso. Per educare un cucciolo di maltese, trattandosi di una razza molto intelligente, basteranno 10 minuti per 2 o 3 volte al giorno. L’importante è tenerlo in un ambiente tranquillo e senza distrazioni affinché il cane si concentri solo su di voi.

Tra i comandi base più importanti ci sono il “Vieni” o “Qui”. Queste due indicazioni sono necessarie affinché possiate lasciare libero il cane correre ai giardinetti, senza aver paura che scappi o si perda. È bene anche insegnargli a stare seduto e ad aspettare quando gli viene servito il pasto. Un cane che obbedisce nelle semplici azioni quotidiane, sarà più facile da tenere sotto controllo durante i momenti cruciali: litigi con altri animali, cane in calore, ecc. Questi semplici comandi saranno una passeggiata per il vostro cucciolo di Maltese e, se inserirete anche delle sessioni di gioco, renderete tutto molto più divertente. Si tratta di una razza molto intelligente ed attiva, con la quale potrete instaurare un legame inscindibile attraverso giochi per stimolare le sue capacità cognitive, divertenti per ognii occasione.

Come educare un cucciolo di maltese al guinzaglio?

Si sa che i cani sono degli spiriti liberi quindi, addestrare un cane a non tirare il guinzaglio durante una passeggiata, è tra gli obiettivi principali. Come tutti i cani di taglia piccola, anche il maltese è facilmente incuriosito da tutto ciò che lo circonda, un altro cane, un’auto, un passante. Nella maggior parte dei casi non sta mai un attimo fermo quindi il suo addestramento necessita molta dedizione. Come prima cosa, sarà necessario abituare il cane al collare. Lasciategli dunque il collare durante il giorno sempre sotto la vostra supervisione, affinché non si strozzi.

Successivamente, potrete iniziare il vostro addestramento incentivando il cane a seguirvi senza mai tirare il guinzaglio. Ripetete questo esercizio più volte al giorno per circa 10 minuti. Nel giro di qualche settimana non avrete più problemi. Per concludere, è bene ricordare che, per qualsiasi tipo di addestramento, è necessario ricompensare e complimentarsi con il vostro maltese. Non esitate a riempirlo di “bravo”, “perfetto” con un tono gioioso e rassicurante e, di tanto in tanto, ricompensatelo con dei biscotti per cani fatti in casa oppure, in modo più salutare, con delle deliziose verdure da sgranocchiare.

Leggi anche