News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come vedono i gatti? Tutto quello che dovete sapere sulla vista del felino più amato

gatto con occhi gialli advice © Pixabay

Il gatto ha una vista perfetta. Come le aquile, infatti, è in grado di individuare la preda a diversi metri di distanza. Ma come vedono i gatti? Come fanno ad avere questa supervista? La risposta nel nostro articolo!

Di Claudia Scarciolla

Alcune tra le caratteristiche del gatto rendono questo felino molto affascinante e, addirittura, magico. Tra queste la vista dei gatti è uno dei 5 sensi più sviluppati dei gatti. Grandi cacciatori, i gatti sono capaci di vedere oltre la realtà del giorno, anche al buio. Come vedono i gatti il mondo? Non c'è da sorprendersi che essi siano considerati tra i felini più piccoli, furbi e scaltri.

Visione della realtà: il punto di vista del gatto

In generale quando si parla degli occhi, che sia di un essere umano o di un animale non si può fare a meno che pensare alle emozioni e alla loro espressione. Gli occhi di gatto sono tra le caratteristiche estetiche più belle di questo animale.

Gli occhi di un gatto sono il suo principale mezzo di comunicazione. Con gli occhi, un gatto comunica la sua tranquillità. E lo fa quando, di sottecchi, controlla i movimenti del suo proprietario comodamente sdraiato sul divano. Oppure quando comunica le sue intenzioni fissando a distanza una preda. In quel momento l’ha già pregustata con gli occhi.

Come vedono i gatti Un occhiolino un po’ nervoso, cosa vorrà comunicare? © Pixabay
 

A differenza della visione del mondo umano, gli occhi in un gatto permettono di percepire una realtà ambientale molto meno nitida di quella umana. Malgrado questo, la vista periferica dei gatti è maggiore che nell’uomo ed capace di raggiungere i 200°. Come vedono i gatti i colori? La percezione dei colori risulta nell’occhio dei gatti alterata, rispetto a quella umana, come se a vedere il mondo fosse un daltonico.

La loro incapacità a distinguere bene i colori gli uni dagli altri, però, nei gatti non risulta essere un problema, anzi, costituisce un vantaggio per la caccia, in quanto la preda risulta essere più visibile su uno sfondo meno caotico e privo di distrazioni di colore. I gatti tendono a captare colori quali il blu e il verde e altri toni ultravioletti che l’occhio umano non è in grado di vedere. La percezione dei dettagli di un oggetto, ossia la cosiddetta acutezza visiva, nei gatti è minore rispetto agli uomini.

Gli occhi del gatto a distanza non riescono a mettere bene a fuoco ciò che vedono. Essi devono avvicinarsi fino a 6 metri per vedere esattamente ogni particolare dell’oggetto, o preda, in questione. Questa loro “mancanza”, se così la si può definire, è compensata con la loro grande abilità nel percepire in anticipo i movimenti.

Occhio del gatto: anatomia

Gli occhi del gatto hanno alcune particolarità che li differenziano da quelli umani o di altri animali. Le due palpebre a protezione degli occhi, la cornea e la congiuntiva, sono simili a quelle umane. Mentre, una terza palpebra consente di proteggere gli occhi. Questa si trova nell’angolo in basso degli occhi (verso il naso) ed è molto visibile se si osserva un gatto mentre apre gli occhi.

L’iride degli occhi dei gatti è molto ampio, tanto che copre completamente la sclera (ossia la parte bianca). La pupilla negli occhi del gatto, invece, è a forma ovoidale. A seconda della luce che proietta, la pupilla tende ad allargarsi (al buio) o a restringersi alla luce. Il colore degli occhi dei gatti cambia nel corso della loro vita. I gattini, ad esempio, tendono a nascere con gli occhi azzurri e poi, con la crescita, a seconda di quanta melanina produrranno, determinano il colore definitivo.

Tendenzialmente i gatti hanno gli occhi di colore giallo, ma vi sono alcune une razze di gatti, che presentano occhi di colore azzurro oppure verdi. I gatti con gli occhi di colori diversi presentano un'eterocromia, ossia una differenza somatica di origine genetica che rende alcuni esemplari unici.

come vedono i gatti Uno sguardo raro e particolare, impossibile smettere di guardarlo. © Pixabay
 

Come vedono i gatti di notte

Il mondo, come lo vedono i gatti è davvero speciale! La vista dei gatti al buio è facilitata dalla presenza di un numero maggiore di bastoncelli, fotorecettori, e del tapetum lucidum, una membrana che rende gli occhi del gatto riflettenti al buio.

Grazie a questi due elementi, un gatto è capace di avere una maggiore captazione di luce anche in situazioni di penombra. Quando la visibilità è ridotta o il gatto si trova in una situazione di buio pesto, l’occhio non funziona e sono le vibrisse a percepire i vari movimenti, facilitando l’orientamento.

Occhi del gatto: cura e pulizia

Avere un gatto e prendersene cura non vuol dire solo dargli da mangiare e coccolarlo, ma anche prevenire alcuni tipi di malattie e infezioni che possono insorgere. Gli occhi nel gatto sono delicatissimi. È, però, possibile pulirli di tanto in tanto.

Basterà tamponare delicatamente una garza imbevuta con dell’acqua o camomilla per eliminare i residui lacrimali che si formano, molto spesso, intorno gli occhi dei gattini, ma anche i gatti adulti. Per le irritazioni o infezioni, congiuntivite dei gatti, ed altre patologie più gravi, è bene chiedere il consulto del veterinario.