Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

A cosa servono le fontanelle per gatti? Ecco come sceglierle

Fontanella e gatto

Le fontanelle per gatti rifrescano e divertono Micio, e in più tutelano i suoi reni!

© Shutterstock \ Lightspruch

Le fontanelle per gatti non sono solo ciotole 2.0: fanno davvero bene ai nostri felini! Ecco ciò che c'è da sapere prima di acquistarne una.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

Molti gatti amano bere l’acqua che scorre dal rubinetto, alcuni se potessero, berrebbero solo quella. Perché?

In natura gli animali prediligono l’acqua corrente quando devono dissetarsi: è più fresca, ossigenata e pulita, quindi di conseguenza più sicura.

Se anche il vostro Micio è un fan sfegatato dell’acqua corrente, piuttosto che sorprenderlo a bere dal water, le fontanelle per gatti potrebbero essere un’ottima idea regalo, che uniscono l'utile al dilettevole. 

I benefici delle fontanelle per gatti

Limitare l’assunzione di acqua al momento in cui il padrone apre il rubinetto per lavarsi le mani o i denti, è decisamente insufficiente a garantire la corretta idratazione del nostro felino.

Anche se il gatto ha una ciotola da cui beve, quell’acqua potrebbe non essere sempre fresca, e ciò potrebbe indurlo a bere di meno. Allo stesso modo una ciotola condivisa con un altro 4 zampe.

Ad ovviare al problema della potenziale disidratazione di Micio, ecco la fontanella per gatti. Sarà un vizio? Forse, ma rispetto a tanti altri, le fontanelle per gatti apportano sicuramente dei validi benefici rispetto alle ciotole tradizionali: scopriamoli uno ad uno.

Stimolano l’assunzione di acqua 

Le fontanelle per gatti garantiscono acqua sempre fresca e con un flusso continuo, grazie al suo passaggio all'interno di appositi filtri: questo semplice sistema stimola nel gatto la voglia di dissetarsi.

Un'ottima soluzione se Micio tende a bere anche acqua sporca (non sarà che la preferisce comunque a quella della sua ciotola?) Provare per credere!

Fanno bene ai reni!

Molte fontanelle per gatti contengono un particolare filtro addolcente, detto anche filtro di scambio cationico.

Questo filtro rende l’acqua meno dura. Nell’acqua dura infatti vi è una grande quantità di ioni, come Calcio e Magnesio, che a lungo andare contribuiscono allo sviluppo di patologie renali, tra le più comuni ricordiamo l’insufficienza renale, tipica nel gatto anziano.

Attenzione, perché non tutte le fontane sono dotate di questo particolare filtro!

Rimuovono le impurità

Altro filtro in dotazione in praticamente tutte le fontanelle è un filtro meccanico, in grado di rimuovere le impurità grossolane, come insetti, peli, capelli, mentre un secondo filtro rimuove anche particelle di dimensioni inferiori.

Rimuovono gli odori

Alcuni tipi di acque sulfuree possono avere un odore sgradevole, ma essere comunque buone da bere. Se la fontana presenta un filtro ai carboni attivi, sarà in grado di catturare anche le molecole odorose non gradite al gatto.

Divertono il gatto

Far contenti i nostri felini è più difficile che con i loro cugini scodinzolanti. I gatti adorano i fili, le piume e tutto ciò che gli ricordi una preda. Ma sappiamo anche quanto sia facile per loro perdere interesse in ciò che è inanimato.

Lo zampillo d’acqua della fontana è uno stimolo continuo, che induce il gatto a giocare con l’acqua e contemporaneamente a berne di più. 

Come scegliere la fontanella per gatti?

State pensando di acquistare una fontanella per gatti ma non sapete quale scegliere? Dando un’occhiata in rete se ne trovano dai 9 Euro in sù, ma ovviamente se si aggiungono funzionalità e dettagli il prezzo sale, anche oltre i 40 Euro.

Ma quali sono le caratteristiche che vale la pena considerare quando si acquista una fontanella per gatti?

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by Anca Basuc (@ancutzabasuc)

Ecco alcuni consigli d’acquisto:

  • Evitiamo strutture troppo complesse e poco funzionali: ricordate che la fontanella per gatti va comunque pulita e lavata regolarmente. 
  • L’acciaio inox è il materiale per eccellenza, da preferire alla plastica in termini di igiene e durata, ma il costo sarà sicuramente più elevato.
  • Prediligete fontane con il filtro addolcitore, soprattutto se avete in casa acqua dura o mediamente dura.
  • Occhio al tipo di filtro: è preferibile un tipo di ricambio universale
  • Sceglietene un tipo silenzioso se avete il sonno molto leggero e temete che l'acqua possa disturbarvi!

Come insegnare al gatto a bere dalla fontanella?

La maggior parte dei gatti beve istintivamente dalla fontana.

Se vi sembra incuriosito ma non beve, dategli tempo, e lasciate comunque la sua vecchia ciotola a disposizione, almeno fino a quando il gatto non avrà acquisito familiarità con questo nuovo e stimolante complemento d'arredo!

Quanto consuma la fontanella per gatti?

Il consumo medio di una fontana è di 2 W, meno di una lampadina a led. Considerando il rincaro energetico, una fontanella per gatti grava sulla bolletta per circa 5 euro aggiuntivi nel corso di un intero anno, tenendola accesa 24h su 24.

Una spesa davvero irrisoria a fronte di tutti i benefici che offre: fontanelle per gatti? Approvate!

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare