I pet fanno bene davvero? Rispondi!

Pubblicità

7 fatti curiosi sui gatti Persiani (Foto)

gatto-persiano

Ecco le 7 curiosità sui gatti Persiani!

© ANURAK PONGPATIMET / Shutterstock

I gatti Persiani, oltre ad essere affascinanti ed amorevoli, celano molte altre sorprese. Scopri le 7 curiosità su questi meravigliosi mici!

Di Ilenia Colombo

Pubblicato il 17/06/21, 18:43

I gatti Persiani sono, forse, più conosciuti per le loro facce piatte, i grandi occhi e il pelo lungo e morbido, ma c'è molto di più in questi graziosi mici oltre al semplice aspetto!

Dalle origini interessanti e misteriose fino alla mutazione genetica che ha contribuito al loro famoso viso "schiacciato", c'è molto da imparare sul gatto Persiano.

Se stai pensando di aggiungere un Persiano in famiglia, ne hai già uno in casa e vuoi semplicemente saperne di più su una delle razze più antiche e famose del mondo, continua a leggere per scoprire i 7 fatti curiosi sui gatti Persiani.

Queste 7 curiosità sui Persiani riguardano questi mici nella loro totalità, tra cui:

  • storia,
  • aspetto,
  • carattere,
  • curiosità dal mondo.

1. Il mistero dell'origine dei gatti Persiani

Sebbene l'origine dei gatti Persiani possa risalire al 1600, la storia della loro origine è ancora un po' un mistero.

Si crede comunemente che i Persiani siano originari della Mesopotamia, che in seguito fu chiamata Persia - oggi Iran -, il che spiega il nome di gatti "persiani".

Nonostante questa credenza ampiamente diffusa, alcune ricerche mostrano che il corredo genetico dei Persiani è molto simile a quello dei gatti originari dell'Europa occidentale.

Forse i Persiani non sono nati in Persia. © Linn Currie / Shutterstock

Le vere origini dei gatti persiani potrebbero rimanere un mistero, ma una teoria popolare afferma che un nobile italiano di nome Pietro della Valle ha portato alcuni Persiani a casa nell'Europa occidentale dopo aver appreso della razza mentre viaggiava attraverso l'Iran.

Teorie simili affermano che questi gatti sono stati portati in Europa da marinai, mercanti o viaggiatori.  

Qualunque sia la storia delle origini, una volta che questi mici sono arrivati in Occidente, sono in poco tempo diventati una delle razze di gatti più amate e famose del mondo.

2. I Persiani non sono grandi saltatori

A differenza di molti altri gatti, i gatti Persiani non sono noti per la loro capacità di saltare e arrampicarsi in ogni parte della casa!

Perché? I loro corpi solidi e tozzi sono poco aerodinamici o agili, quindi questi esemplari in genere preferiscono rimanere saldamente a terra!

I Persiani non amano le altezze! © Eak021 / Shutterstock

3. Non hanno sempre avuto facce piatte

I Persiani sono probabilmente più conosciuti per le loro facce schiacciate, ma potresti essere sorpreso di apprendere che questi felini non hanno sempre avuto il muso piatto.

In effetti, non hanno sviluppato questo tratto unico fino a quando non si è verificata una mutazione genetica in una cucciolata di gattini negli anni '50.

Quando la cucciolata è nata con il muso piatto, gli allevatori della razza hanno adorato questa caratteristica e hanno continuato ad allevare selettivamente i loro Persiani fino a quando non è diventato un tratto più comune.

I Persiani col muso piatto sono frutto di un'accurata selezione. © Franck Boston / Shutterstock

La faccia schiacciata può tuttavia portare a diversi problemi di salute. Non è raro che i Persiani abbiano lacrimazione o difficoltà respiratorie.

4. I Persiani hanno mantelli incredibilmente spessi

Un'altra caratteristica distintiva persiana sono i loro lunga e setosa pelliccia. Composta da due strati, un sottopelo più corto e un mantello lungo e setoso, questi mici tendono a perdere molto pelo.

Una setosa e folta pelliccia. © Elen Ga / Shutterstock

Se stai pensando di adottare un Persiano o ne hai già uno e sei sepolto dai peli di Micio, leggi i nostri consigli per affrontare la muta del pelo del gatto.

5. I Persiani non sono dei "divi"!

Questo felino, molto apprezzato dalla Regina Vittoria che ne possedeva splendidi esemplari di colore blu, con il suo aspetto e i suoi comportamenti ricorda l'alta società e la nobiltà.

Motivo per cui si ritiene che i Persiani abbiano bisogno di cure costanti e particolari. Niente di più falso! La verità è che questi animali sono una delle razze che necessitano di poche attenzioni riguardo il manto.

Ti consigliamo di fare il bagno o la toelettatura al tuo gatto Persiano ogni sei settimane, di spazzolarlo e di assicurarti di mantenere il suo lungo pelo libero da sporco e polvere.

Per sapere come curare e mantenere pulito e lucente il pelo del gatto clicca qui!

Ad alcuni proprietari di Persiani piace tagliare il pelo dei loro gatti in quello che viene chiamato "taglio da leone", un taglio molto corto con il corpo rasato e la testa lasciata così com'è.

Il caratteristico "taglio da leone"! © Free Belarus / Shutterstock

6. Le diverse varietà di gatti Persiani

Il Persiano è riconosciuto in circa duecento combinazioni di colori del mantello. Inoltre, presenta due diverse varietà:

  • "normotipo",
  • "ipertipico".

Il "normotipo", detto anche "doll face", è il Persiano tradizionale, in cui il profilo è un po' sporgente rispetto agli occhi.

Un Persiano "doll face". © Mustafa ferhat beksen / Shutterstock

Il Persiano "ipertipico", o "flat face", presenta invece le caratteristiche tipiche del Persiano, come il muso schiacciato, che sono portate all'estremo e potenzialmente problematiche per la salute del gatto.

Un Persiano "flat face". © helfei / Shutterstock

7. I persiani fanno parte del dipinto di gatti più grande del mondo

Venduto per quasi 700.000 euro, il dipinto di gatti più grande del mondo, (1,8 metri x 2,6 metri) chiamato My Wife's Lovers, presenta sia Angora Turchi che gatti Persiani.

Realizzato da Carl Kahler nel 1891 - e con il quale noi di Wamiz avevamo creato un gioco sul nostro Forum -, il dipinto è un'opera d'arte eccezionale.