News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Cose da sapere sui gatti: astuzie beauty per Micio

gatto bello con occhi azzurri advice © Pixabay

Per la serie cose da sapere sui gatti, oggi elargiamo alcuni consigli per mantenere Micio bello e curato. 

Di Anna Paola Bellini

Le cose da sapere sui gatti per prenderci cura di loro sono infinite. Questi animali domestici, per quanto indipendenti, hanno bisogno di attenzioni particolari e specifiche. Soprattutto quando si parla di mantenere pelo, unghie, orecchie ed occhi al meglio. In questo articolo affrontiamo, quindi, l’argomento “beauty”, che in realtà è molto più salutare di quel che si creda. Scopriamo perché.

Cose da sapere sui gatti perché siano sani e belli

Spazzolare il gatto, lavargli i denti, curare le sue unghie e le sue orecchie…possono sembrare gesti legati alla bellezza dell’animale (e in parte è così), ma in realtà tutti questi gesti sono molto importanti per la sua salute dei gatti domestici. Se Micio non viene regolarmente spazzolato rischia di avere un eccesso di pelo morto nel mantello che, andrà a leccare, e farà sì che si formino nel suo stomaco delle palle di pelo, che potrebbero farlo vomitare.
 
Anche l’igiene dentale è importantissima, perché permette all’animale di mantenere i denti sani e forti e quindi di mangiare con tranquillità crocchette o cibi più umidi, senza dolore o sofferenza.
 
Altrettanto importante è la salute di occhi e orecchie: non dimentichiamo, infatti, che udito e vista sono i sensi più sviluppati del felino e un eventuale disturbo di uno dei due può causare dei veri e propri handicap al nostro amico baffuto.
 
Infine, anche il taglio delle unghie è importante poiché in casa il Micio non ha la stessa possibilità di affilarle come lo farebbe in natura. 
 
Attenzione: stiamo parlando di tagliare le unghie e non di asportarle! Questa pratica, infatti, oltre ad essere illegale in Italia, è una barbarie che ha conseguenze molto negative sull’animale.

Come pulire le orecchie al gatto?

Per prima cosa, cogliere il gatto in un momento in cui è seduto, rilassato e cerchiamo di far sì che lo resti, magari offrendogli qualche croccantino. Mantenere un orecchio con le dita d'una mano e, con delicatezza spostarlo all’indietro. A questo punto con un batuffolo di cotone, su cui avremmo posto del siero specifico (consigliato dal veterinario), lo inseriremo nell’orecchio del Micio. Massaggiare, quindi, la base dell’orecchio per far sì che il batuffolo esca fuori da solo. Per finire asciugare il padiglione auricolare. Ripetere la stessa operazione sull’altro orecchio.
 
Per prevenire eventuale patologie delle orecchie, come gli acari o delle infezioni, è necessario pulire le orecchie del gatto una volta ogni due-tre settimane.

Come tenere puliti i denti del gatto?

Per prevenire la formazione di tartaro nei gatti esistono diversi metodi: spazzolare i denti al Micio, aggiungere delle polveri specifiche al loro cibo, delle crocchette appositamente studiate o dei giochini che hanno lo stesso scopo. Di norma si predilige una di queste ultime alternative poiché spazzolare i denti al gatto può risultare molto complicato.
 
Per farlo occorre dentifricio specifico per animali e spazzolino, anch’esso specifico. A questo punto sedersi comodamente e adagiare il gatto sulle proprie gambe in modo che la sua schiena aderisca al nostro corpo. Con una mano mantenere zampe e testa e con l’altra spazzolare delicatamente i suoi denti per qualche minuto. Terminata l’operazione pulirlo con una salvietta umidificata specifica per i gatti. Il dentifricio per gatti non va sciacquato.
 
Attenzione: se i denti del gatto diventano di un colore più scuro e la gengiva arrossata sarà necessario effettuare una pulizia accurata. Chiedere al proprio veterinario.

Come tagliare le unghie al gatto? 

Tagliare le estremità delle unghie del gatto è possibile: bisogna far sedere il Micio sulle proprie gambe e avvicinarlo al proprio corpo con un braccio in modo da tenerlo fermo. In seguito, con la mano si andrà a pigiare sulla zampa in modo che le unghie escano fuori e, con un apposito tagliaunghie per animali, tagliare solo l’estremità. Attenzione a non tagliare la parte viva dell’unghia perché l’animale potrebbe soffrirne molto.
 
Se il gatto è anziano bisognerà controllare le sue unghie una volta a settimana poiché, a causa dell’età, l’esemplare è meno attivo sarà più esposto ad una loro crescita spropositata.
Anche per tagliare le unghie al gatto bisogna aspettare il momento giusto: l’animale dev’essere calmo e rilassato (l’ideale è dopo i pasti). 

Pulire il pelo del gatto

Pulire il pelo del gatto è semplice - più in teoria che in pratica. Basterà spazzolarlo una o più volte a settimana (a seconda della lunghezza del mantello). Per farlo bisognerà cercare di tenerlo fermo con una mano e spazzolarlo con l’altra. Alcuni esemplari adorano essere spazzolati, altri lo detestano, ma questo gesto è necessario per mantenere il loro pelo pulito e lucido
Siccome i gatti non amano l’acqua e si puliscono da soli, non si consiglia di lavarli (se non in condizioni di estrema necessità!).

Come pulire gli occhi del gatto?

Di norma gli occhi del gatto vanno puliti se presentano muchi, se si tratta di cuccioli o se l’animale è affetto da congiuntivite. Se si tratta di pulizia di routine, basterà un dischetto struccante e dell’acqua tiepida, da passare delicatamente sugli occhi del Micio. Se si tratta, invece, di un rimedio per disturbi oculari si consiglia di utilizzare un batuffolo di cotone con camomilla tiepida e detergere bene l’occhio.