Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

Perché il cane anziano beve molto?

Cane che beve da una ciotola advice

Ti spieghiamo perché il cane anziano beve molto.

© Pixabay

Il cane anziano beve molto? Molti possono esser i motivi alla base di questo suo comportamento. Senza creare necessariamente allarmismi in merito, vediamo cosa causa l’aumento della sete nel tuo amico a quattro zampe e quando chiedere aiuto.

Di Claudia Scarciolla

aggiornato il 17/06/20, 12:10

Sul perché il cane anziano beve molto si possono fare svariate ipotesi. La polidipsia, così definita in termini medici, non è altro che l’aumento della sete.

Questa condizione, che di norma è collegata alla disidratazione, può costituire una variabile temporanea, in alcune circostanze, oppure essere un sintomo di qualcosa di più importante.

In particolar modo è il cane anziano ad esser più propenso a manifestare eventuali patologie che lo portano a bere molto e a fare tanta pipì.

A che età un cane è anziano?

Un cane può definirsi anziano già al compimento del suo settimo anno di vita.

Infatti è noto che la loro età è calcolata in maniera diversa rispetto a quella umana. Se in media un cane vive circa 13 o 20 anni (corrispondenti ai 68 e 96 anni umani), è già a partire dagli 11 anni che il cane inizia la sua fase senile.

E così, tra un acciacco e l’altro, per far star bene il proprio cane con l'avanzare dell'età potrebbe esser necessaria qualche visita in più rispetto a quella annuale dal medico veterinario per scongiurare i problemi di salute.

N.B. Per i cani di taglia grande, sarebbe oppurtuno iniziare qualche visita medica in più già a partire dai 7 anni di età.

Polidipsia nel cane

Si parla di normale polidipsia quando, ad esempio, nella stagione estiva l’animale - indipendentemente dalla sua età - ricerca più acqua per combattere il caldo oppure in caso di diarrea o perdite di sangue

Questo succede quando il corpo cerca di ripristinare il volume del sangue in modo fisiologico. Tuttavia, soprattutto in età avanzata, il cane potrebbe esser colpito da alcune patologie che tra i sintomi si manifestano proprio con l'aumento della sete (polidipsia).

Pertanto se si osservano comportamenti diversi dal solito è bene approfondire per ottenere una diagnosi precoce e procedere repentinamente alla somministrazione della cura adatta.

Perché il cane beve tanto?

Quando il cane beve molto e urina molto, uno dei criteri di valutazione che prende in carico il veterinario interpellato nell’effettuare una diagnosi di polidipsia è l’età.

L’anzianità dell’animale può essere determinante se, come già accennato, si presenta un repentino aumento della sete. Questo, infatti, può essere considerato come un sintomo di un’eventuale patologia in corso. 

Tra le patologie più comuni che possono colpire i cani anziani manifestando polidipsia vi sono:

Quanta acqua deve bere un cane?

Per esser ben idratato un cane, adulto o cucciolo che sia, in giornata, deve bere tra i 50 ml e gli 80 ml per ogni chilogrammo di peso.

Cioè nel caso di taglia medio grande da 20 kg l’animale dovrà bere circa 1 litro. Ma a queste indicazioni, vanno aggiunte variabili che possono portare ad aumentare, in modo del tutto normale, l’apporto d’acqua.

Secondo il suo stile di vita, se il cane svolge attività fisiche o di lavoro, se si è in estate o in inverno, il tipo di alimentazione - se esclusiva con cibi secchi sicuramente darà più sete di una mista (che sia essa casalinga o industriale) -. Ma come comportarsi?

Cosa fare se il cane anziano beve molto?

Portato dal veterinario verranno ricercate le cause all’origine di questo cambiamento.

Tramite osservazione del paziente ed esami, se necessario, il medico potrà definire la diagnosi di un’eventuale malattia.

Compresa la causa del problema che genera l’aumento della sete nel cane, egli porrà il rimedio giusto con l’obiettivo di ridurre la sete e la conseguente minzione.

In alcuni casi, è possibile che la sete sia aumentata come conseguenza del cambio d’alimentazione e questo non deve destare allarmismi. 

L’attento proprietario deve essere in grado di fare la giusta distinzione tra sete fisiologica e sete di altra natura. Solo osservando variazioni in questi termini e con l’aiuto del veterinario potrà definire la condizione di salute del proprio cane. 

Quindi, che egli beva troppo o faccia tanta pipì non bisogna aspettare un minuto di più prima di portarlo dal veterinario. Non è mai troppo tardi per prendersi cura del proprio cane anziano che alla sua età ha ancor più bisogno delle attenzioni del suo caro padrone!

---

Articolo revisionato da

francesco-reina




Francesco Reina
Assistente veterinario