Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

Quali sono i sintomi dell'indigestione del cane e cosa fare

Indigestione cane: cane mangia una brioche

I nostri cani sanno essere davvero di un'ingordigia unica: occhio a ciò che mangiano!

© Engin Akyurt / Pixabay

Interpretare i segnali che ci mandano i nostri 4 zampe non è facile, ma in caso di indigestione del cane, i sintomi sono in genere piuttosto evidenti.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

Vomito o diarrea sono i disturbi più frequenti, e molto spesso possono essere ricondotti ad un'indigestione del cane. I sintomi sono dunque facilmente riconoscibili, correlati ad un malfunzionamento dell’apparato digerente.

Questo disturbo può essere risolto nel più dei casi indagando ed eliminandone la causa. Tuttavia se i sintomi diventano ripetitivi potrebbe trattarsi di un problema più serio. Vediamo quali sono i rimedi e le cure per questo problema che affligge spesso i nostri amici. 

L’indigestione del cane 

Spesso tendiamo a pensare che il cane abbia uno stomaco più robusto del nostro, forse proprio per la sua antica discendenza dal lupo.

Eppure la dieta del cane domestico medio, resta relativamente la stessa nel tempo, soprattutto quando si usa cibo secco come i croccantini.

Come se non bastasse, con la domesticazione e con la selezione sempre più stretta delle razze canine, lo stomaco dei nostri amici pelosi è diventato anche più suscettibile e delicato.

E così spesso si sente parlare di allergie o intolleranze alimentari nel cane, ma anche di gastrite: in questi casi Fido potrebbe necessitare di una dieta specifica.

Cos’è l’indigestione?

Un episodio isolato di indigestione è un disturbo dello stomaco del cane, dovuto all’ingestione di cibo dannoso, dalla sua ingestione troppo rapida o dalla quantità eccessiva assunta. Lo stesso può accadere anche a noi umani, dopo una grande abbuffata.

I sintomi sono piuttosto comuni:

Cause di indigestione

Quando gli episodi di indigestione del cane diventano più frequenti, sono 3 le cause principali a cui si può imputare il disturbo:

  • Reflusso gastro-esofageo, ovvero l’eccessiva produzione di succhi gastrici che provocano irritazione dello stomaco e\o dell’esofago.
  • Infiammazione dello stomaco, spesso causa di vomito a causa della contrazione muscolare.
  • Infiammazione dell’intestino: qui le contrazioni dell’organo causano diarrea dovuta ad un mancato riassorbimento delle feci.

Come capire se il cane ha un’indigestione?

I segni più tipici dell’indigestione, come abbiamo detto, sono vomito o diarrea. Questi però sono anche tra i segnali più comuni di malessere di cani e gatti in cui un proprietario può imbattersi. I cani infatti mangiano seguendo l’istinto, ed alcuni sono particolarmente golosi. 

Allora come capire se è grave? Innanzitutto, un solo episodio suggerisce che il problema si sia risolto spontaneamente: una volta espulso dal corpo l'elemento di disturbo, Fido tornerà vispo come sempre.

I cani agiscono d’istinto, prima mangiano e poi chiedono se potevano farlo: una maggiore preoccupazione però è giustificata se si nota la presenza di alcuni sintomi più specifici.

Sintomi dell'indigestione nel cane

Oltre a vomito e diarrea, i sintomi preoccupanti riguardano le indigestioni frequenti o durature. Osservate la presenza di atteggiamenti di malessere o segnali eventualmente correlati: eccone un elenco dettagliato.  

Perdita di peso

Il dimagrimento è una conseguenza diretta ai suoi disturbi gastrointestinali, infatti qualcosa impedisce a Fido di assimilare tutti i nutrienti di cui ha bisogno. Una rapida perdita di peso non è mai un buon segno. 

Leccamento delle labbra ripetuto

Questo atteggiamento, seguito da un continuo schiocco della lingua, in genere è un segnale che preannuncia il vomito. La produzione di saliva infatti aumenta in caso di nausea, proprio come accade agli esseri umani.

Tendenza a mangiare l'erba

Di certo avrete visto qualche volta il vostro cane mangiare l’erba al parco o nel giardino di casa: lo fa per purificare il suo stomaco, come una sorta di automedicazione.

L’erba ingerita irrita lo stomaco provocando il vomito, che aiuta il cane a liberarsi di un peso indigesto: di solito è una buona cosa!

Flautolenza e alito cattivo

Un alito cattivo può essere causato dal reflusso gastrico o suggerire la presenza di disturbi digestivi. Le flatulenze invece sono normali anche nei cani – e spesso degne di nota –, un eccesso può indicare che il cane ha ingerito troppa aria.          

Gonfiore allo stomaco

Il gonfiore allo stomaco è un sintomo da non sottovalutare: il cane avrà la pancia distesa più del normale. Per fare una prova, potete provare a tastare con gentilezza l’area rigonfia: se il cane prova dolore allora è il caso di intervenire subito. 

Cosa fare: rimedi per l’indigestione del cane

Se il cane ha avuto un episodio di indigestione isolato, potrebbe risolversi senza ulteriori problemi. Se si tratta di qualcosa che ha mangiato, probabilmente sarà in grado di eliminarlo: spesso bisogna solo avere un po’ di pazienza ed aspettare.

In alcuni casi si preferisce evitare di dare cibo al cane per 12-24 ore

L’acqua invece dev’essere sempre disponibile. Alcuni suggeriscono di togliere anche quella, soprattutto nei casi di forte diarrea, dove il cane potrebbe ingerire acqua eccessiva che non aiuterebbe certo a risolvere il problema.

Una potenziale soluzione potrebbe essere quella di fornire al cane dei piccoli cubetti di ghiaccio ogni tot di ore, per una giornata, in modo da idratarlo gradualmente e poi passare all’acqua. Provare per credere!

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare