Pubblicità

Sintomi e cura della gengivite nel gatto

gengivite nel gatto

Micio ha dei problemi di bocca? Scopriamo insieme i sintomi e la cura per la gengivite nel gatto.

© Hordan Monter / Shutterstock

La bocca di Micio è delicata come la nostra. La gengivite nel gatto è un disturbo frequente, scopriamone insieme i sintomi e la cura.

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il

La gengivite nel gatto è un'infiammazione molto comune delle gengive che può colpire esemplari di qualsiasi età e in qualsiasi momento della loro vita.

Si tratta di un problema molto doloroso, di solito legato a una scarsa igiene orale e alla presenza di tartaro sui denti. Fortunatamente, è possibile curare e prevenire la gengivite felina. Vediamo come.

Cos'è la gengivite nel gatto? 

L’infiammazione delle gengive è un disturbo sgradevole e doloroso per i gatti che spesso si accompagna ad altri disturbi dentali come, ad esempio, la presenza di tartaro.

Alcune razze sono geneticamente più predisposte alla formazione di problemi gengivali, ma niente paura: esistono dei trattamenti mirati in grado di dare sollievo ai nostri amici baffuti.

Sintomi della gengivite nel gatto

Se le gengive del felino sono infiammate, in genere si manifestano una serie di sintomi. All'inizio è possibile notare un arrossamento della gengiva nella parte di essa che si trova più vicina ai denti. Soprattutto nei gatti con cute chiara, la malattia può essere riconosciuta rapidamente.

Ci sono però anche altri segnali allarmanti a cui prestare attenzione:

  • Gengive integralmente arrossate e gonfie,

  • Alito cattivo,
  • Aumento della salivazione,
  • Gengive sanguinanti,
  • Aumento del leccamento o della pulizia della bocca,
  • Dolore durante l'alimentazione fino al rifiuto del cibo.

Perché ai gatti si ammalano le gengive?

Il tartaro può causare la gengivite nei gatti.© Shutterstock

Le cause della gengivite nel gatto possono essere diverse, ma nella maggior parte dei casi, si tratta di un disturbo legato alla formazione di tartaro o a una scarsa igiene dentale. Anche una componente genetica può far sì che Micio abbia le gengive infiammate. Vediamo nel dettaglio.

Tartaro e malattie virali

La gengivite nel gatto può essere favorita dalla presenza di alcune malattie e del tartaro.

Il tartaro è la mineralizzazione della placca, derivante dalle sostanza prodotte da batteri depositate sui denti, che si estende sotto la gengiva. La conseguenza di questo accumulo non è solo estetica, ma può provocare anche disturbi del cavo orale come, appunto, l’infiammazione delle gengive.

La gengivite può anche essere legata ad alcune malattie come:

  • FORL (Feline Odontoclastic Resorptive Lesions),
  • FeLV (Leucemia felina),
  • FIV (AIDS del felino).

Gengivite causata geneticamente

La causa della gengivite nel gatto non è sempre chiara e non è escluso che anche la predisposizione genetica renda alcuni esemplari più inclini alle gengive infiammate di altri.

Alcune razze di gatti, infatti, sembrano essere colpite più spesso dalla gengivite. Ecco di seguito:

Alcuni gatti presentano infiammazioni dei denti, soprattutto nei primi due anni di vita. Questo quadro clinico specifico è chiamato gengivite giovanile, che può essere ricondotta a cause genetiche e a un sistema immunitario debole.

Come si cura la gengivite dei gatti?

L'infiammazione delle gengive nei gatti può causare un forte dolore. © Shutterstock

A seconda della causa e della gravità della malattia infiammatoria, il veterinario dovrà decidere la terapia più adatta al caso.

Mentre le cure mirate possono alleviare rapidamente i sintomi dei problemi dentali acuti, un trattamento orale regolare è particolarmente importante per il benessere a lungo termine dei denti e delle gengive del gatto in caso di disturbo cronico.

Trattamento veterinario

Se il veterinario diagnostica una gengivite nel gatto, il primo passo è valutare se è necessario un trattamento dentale. Se il felino presenta anche tartaro o altre alterazioni patologiche dei denti, può essere necessario un trattamento sotto anestesia.

Nei casi più gravi, può essere necessaria l’estrazione di uno o più denti per alleviare il dolore dell’animale.

Igiene orale

Anche l'igiene dentale quotidiana è particolarmente importante per i gatti affetti da gengivite. I proprietari possono utilizzare prodotti speciali per la cura dentale per pulire i denti del gatto e rimuovere regolarmente il tartaro.

Purtroppo, però, sono pochi gli esemplari che sopportano una pulizia profonda dei denti nel quotidiano. Inoltre, i gatti affetti dall’infiammazione delle gengive non si lasciano avvicinare proprio a causa del dolore.

Perché si parla di crocchette morbide per gatti con gengivite?

In caso di malattia infiammatoria delle gengive potrebbe essere necessario un cambio di alimentazione per proporre a Micio alimenti più umidi che siano più facili da masticare.

Cosa dare al gatto in caso di gengive gonfie? Gel e non solo...

Inoltre, potrebbe essere necessario l’utilizzo di un collutorio specifico per la bocca di Micio, di un gel per la cura dei denti o degli snack realizzati in modo da poter donar sollievo ad un esemplare dalle gengive doloranti.

Rimedi naturali contro le gengive infiammate del gatto

In alternativa o in aggiunta alla pulizia dei denti si può ricorrere spesso a prodotti naturali o a rimedi casalinghi per alleviare o prevenire tale disturbo. Senza dimenticare che nei casi più gravi può essere necessaria una terapia a base di antibiotico contro la gengivite nel gatto.

In omeopatia, per il trattamento delle infiammazioni della bocca del felino si consigliano soprattutto l’olio di chiodi di garofano e foglie di salvia.

Come rimedi casalinghi in caso di gengivite lieve o come supporto a una terapia farmacologica, le tisane antinfiammatorie a base di camomilla e la pasta di aloe vera possono alleviare i sintomi.

Prima di somministrare qualsiasi rimedio a Micio chiedere consiglio al veterinario!

Decorso e prognosi della gengivite

L'infiammazione gengivale nei gatti è spesso cronica. Gli animali colpiti soffrono della malattia costantemente o a intervalli irregolari, anche se la guarigione può avvenire per fasi.

In caso di gengivite cronica, è particolarmente importante prendersi cura al meglio dei denti e sottoporre l’animale a controlli veterinari regolari.

Se non trattata, la malattia infiammatoria delle gengive può portare a complicazioni come la perdita dei denti e una grave infiammazione, oltre a limitare l’animale nell'alimentazione.

---

Articolo revisionato da:

Francesco Reina
Assistente veterinario

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare