News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come curare la stomatite del gatto?

gatto-si-lecca-la-zampa advice

Il mio gatto ha la stomatite: scopriamo insieme di cosa si tratta!

© Pixabay

La stomatite del gatto può essere una patologia molto dolorosa per i nostri mici. Si tratta di un’infiammazione della mucosa orale: se il nostro gatto non mangia, sembra nervoso o depresso, potrebbero essere presenti all’interno della bocca anche ulcere e lesioni che caratterizzano la stomatite. 

Di Flavia Chianese

La stomatite del gatto è un’infiammazione cronica che colpisce gatti di tutte le età, dai 4 mesi ai 17 anni, con una maggiore incidenza nei gatti anziani e in quelli di razza Siamese, Persiano, Abissino, Burmese e Maine Coon.

Questa malattia si riscontra abbastanza comunemente, e se il nostro gatto ha una diagnosi di stomatite, è bene armarsi di pazienza e di…antinfiammatori! Scopriamo insieme cause, cure e rimedi naturali per la stomatite del gatto. 

Quali sono le cause della stomatite del gatto?

La prima causa di stomatite del gatto è di natura immunitaria: se il sistema immunitario del nostro gatto è compromesso, è molto più facile che virus e patogeni prendano il sopravvento, anche quelli più innocui.

Nella stomatite del gatto, infatti, sono spesso i batteri della placca i responsabili della forte risposta infiammatoria a carico del cavo orale e delle sue mucose. Altre possibili cause di stomatite nel gatto possono essere:

Come capire se il gatto ha la stomatite?

I sintomi della stomatite del gatto sono:

  • Inappetenza;
  • Alito cattivo;
  • Lingua arrossata e secca;
  • Gengive arrossate, gonfie e sanguinanti;
  • Ipersalivazione;
  • Mantello opaco dovuto a scarsa toelettatura.

Le piccole ulcere e le lesioni presenti all’interno della bocca del gatto gli provocano un dolore molto forte, perciò micio tenderà a mangiare meno o a non mangiare affatto, nei casi peggiori potrebbe rinunciare a ciò che ama di più: lucidare il suo mantello.

La stomatite del gatto non è direttamente causa di morte, ma contribuisce ad un peggioramento delle sue condizioni di salute e predispone il micio ad altre patologie più gravi. È importante perciò non sottovalutarla ed armarsi di pazienza per aiutarlo a risolvere la malattia (quando possibile) o ad alleviarne i dolorosi sintomi. Scopriamo come.

Come si cura la stomatite del gatto? 

La stomatite del gatto viene solitamente trattata dal veterinario con farmaci antibiotici ed antiinfiammatori a base di cortisone. Nella maggior parte dei casi questi sono solo dei palliativi, utilizzati per lenire il dolore e per tenere sotto controllo i sintomi della malattia.

Nelle manifestazioni più gravi e recidive, la soluzione definitiva al problema spesso risulta essere l’estrazione dei denti parziale o totale.

Come possiamo aiutare il nostro gatto affetto da stomatite?

Per aiutare il nostro gatto a contrastare la stomatite è possibile iniziare da un piccolo ma utile accorgimento: un’alimentazione corretta e specifica.

Un’alimentazione umida, fresca e varia, magari preparata in casa, aiuta a rendere meno dolorosa la masticazione ed invoglia il nostro gatto a mangiare; inoltre è possibile che la stomatite sia causata da allergie o intolleranze alimentari: variare la dieta può aiutare a scoprirlo più in fretta.
Integratori vitaminici specifici (ad es. ricchi in vitamina E) sono di grande aiuto anche per sopperire alla carenza di nutrienti dovuti allo scarso appetito di Micio. 

Terapie e rimedi naturali per curare la stomatite del gatto

È facile che alla consueta terapia farmacologica, il nostro veterinario possa associare una cura con prodotti alternativi o prodotti naturali, alcuni dei quali sembrano avere buoni risultati:

  • Pasta o gel a base di Aloe da applicare localmente. Dalle proprietà immunostimolanti, antitumorali, antibiotiche, disintossicanti, antidolorifiche ed antinfiammatorie: questi prodotti devono la loro efficacia all’azione sinergica di numerose sostanze benefiche contenute al loro interno. Ottimi per la prevenzione, ma ancor di più per facilitare e ridurre i tempi di guarigione. 
     
  • Prodotti a base di acido ialuronico. L’acido ialuronico conferisce una spiccata azione mucoadesiva che ottimizza la permanenza e quindi l’azione dei principi funzionali di molti prodotti per l’igiene orale di cani e gatti.

Rimedi naturali

Tra i rimedi naturali, il decotto di malva sembra essere quello più efficace: somministrato freddo in ciotola (come alternativa all'acqua ad esempio), può svolgere una funzione antinfiammatoria delle mucose.

Anche propoli, arnica e calendula, diluiti con un cucchiaino d’acqua e spennellati sulle lesioni della bocca, possono aiutare ad alleviare il dolore.
Esistono anche prodotti naturali in formulazioni specifiche, di più facile applicazione. 

La stomatite del gatto è contagiosa?

La stomatite del gatto non è contagiosa né per gli altri animali, né per l’uomo.
La diagnosi di stomatite deve essere fatta dal veterinario per escludere la possibilità che le lesioni del cavo orale siano determinate da un altro virus infettivo e contagioso: l’Herpes Simplex.

L’Herpes Simplex si manifesta con vescicole simili alle ulcere della stomatite, ma sono solitamente presenti all’esterno, intorno alla bocca, proprio come nell’uomo.