Scopri qui come nutrire i cuccioli!

Pubblicità

Si può dare cibo per gatti adulti ai gattini?

gattini-mangiano-dalla-ciotola

Cibo per gatti adulti ai gattini? Ecco perchè è meglio evitare.

© Shutterstock

Si può dare cibo per gatti adulti ai gattini o è meglio evitare? Scopriamo i rischi di un'alimentazione scorretta nel cucciolo di gatto. 

Di Flavia Chianese

aggiornato il 12/02/21, 16:58

Dare cibo per gatti adulti ai gattini è scorretto: è importante tener presente i fabbisogni alimentari dei nostri animali da compagnia in ogni fase della crescita.

Situazioni di emergenza, come il ritrovamento di un gattino, può indurci a fare scelte sbagliate sugli alimenti specifici da somministrare: ecco alcuni consigli per sceglierli al meglio.

Si può dare cibo per gatti adulti ai gattini?

Bisogna evitare di dare cibo per gatti adulti ai gattini. Le esigenze nutrizionali di un gatto in fase di crescita sono diverse da quelle di un gatto adulto e hanno bisogno di una dieta specifica. 

È comunque possibile, una tantum, dare del cibo per gatti adulti ai gattini. Può capitare che abbiate trovato un cucciolo nel vostro giardino e abbiate deciso di adottarlo. In questo caso non è grave provare a dargli del cibo per adulti, a patto che la somministrazione di questo alimento sia un’eccezione e non perduri nel tempo. Appena possibile, procuratevi del cibo specifico per gattini.

Cosa mangiano i gattini?

Ricordiamo che i gatti sono carnivori, perciò hanno bisogno innanzitutto di una quota di proteine di origine animale per soddisfare le loro esigenze nutrizionali.

I cibi per gattini sono solitamente a base di carne o pesce, alimenti proteici per eccellenza che meglio si adattano alla dieta del gatto. Nel gattino di pochi mesi anche la quota energetica è importantissima (altrimenti come potrebbe compiere i suoi teneri agguati?). Oltre a queste componenti, l’alimento per gattini deve contenere anche: 

  • Calcio e Fosforo per il corretto sviluppo scheletrico e muscolare;
  • Vitamina E, Selenio e antiossidanti per lo sviluppo del sistema immunitario.

L’alimentazione nella fase da cucciolo influisce su quella che sarà poi la sua salute da adulto, ecco perché è importante non sottovalutarla.

Qual è la differenza con il cibo per gatti adulti?

Il cibo per gatti adulti è solitamente meno proteico, perché nella “seconda fase” della vita, il gatto non deve far fronte a quelle che sono le sue esigenze di accrescimento.

Il cibo per gatti adulti inoltre ha una maggiore variabilità in termini qualitativi: questo è testimoniato da un’ampia gamma di prezzi sul mercato.

Per il cucciolo invece c’è meno spazio di manovra, il cibo deve rispettare dei parametri qualitativi più alti che includono la presenza di proteine di alta qualità, di sali minerali e vitamine indispensabili. La fase di crescita è la più delicata!

Per il gattino, meglio cibo umido o secco?

In genere il primo approccio al cibo nella fase di svezzamento avviene con il cibo umido.

Già a 4 settimane di vita il gattino può iniziare a rapportarsi con questo nuovo alimento, ma avrà ancora bisogno del latte della mamma, che dovrà nutrirlo possibilmente almeno fino a 2 mesi di vita. A quel punto si potrà interrompere l’assunzione di latte e cominciare con un alimento “Kitten”, ovvero pensato appositamente per le esigenze del gattino. 

Cibo umido per gattini

Non avendo ancora la dentatura ben sviluppata, il cibo umido risulta la soluzione più appetitosa e stimolante per il gattino.

Alcuni gattini tuttavia potrebbero andare incontro a fenomeni di diarrea derivanti dal cibo umido, mentre questo rischio si riduce con il passaggio all’alimentazione secca.  

Cibo secco per gattini

I croccantini possono essere somministrati tranquillamente dal primo mese di vita in poi, alternandolo con il latte della mamma.

È possibile anche utilizzare direttamente cibo solido durante la fase transitoria di svezzamento, ma in quel caso l’ideale è inumidirlo con un po’ d’acqua tiepida.

Quando avviene il passaggio al cibo per adulti nel gattino?

Normalmente un gattino può passare all’alimentazione “da adulto” raggiunto 1 anno di età. Ci sono però razze il cui accrescimento continua oltre i 12 mesi: il Maine Coon ne è un esempio, con il compimento della fase adulta al raggiungimento di circa 18 mesi di età.

Durante quest’arco di tempo, dai 4 ai 12 mesi, è bene continuare ad utilizzare cibo apposito per gatti Junior.

Lo sapevi che ad ognuna delle 7 vite dei gatti corrisponde un modo diverso per nutrirlo adeguatamente? I nostri suggerimenti

Quali alimenti fanno male ai gattini?

Un errore che si compie spesso, quando ci si trova di fronte un tenero Micio di poche settimane, è quello di dargli del latte vaccino o del pesce crudo, alimento che viene da sempre associato al prototipo alimentare del gatto. Niente di più sbagliato!

Posso dare il latte ai gattini?

Il latte vaccino non è adatto all’alimentazione del gattino: ci sono altissime probabilità che questo possa provocargli diarrea, e conseguentemente un inadeguato assorbimento delle sostanze nutritive. Dare ripetutamente latte vaccino al cucciolo di gatto aumenta il rischio di sviluppare allergie alimentari.

Esiste un latte in polvere da reidratare, specifico per gattini, arricchito con le sostanze nutritive più importanti per la sua salute. 

Posso dare il pesce crudo ai gattini?

Anche il pesce crudo non fa bene al gatto, ma questo vale per i piccoli così come per gli adulti.

Oltre al rischio parassitologico e batterico a cui possiamo esporre il gatto fornendogli pesce crudo, questo tipo di alimento rallenta l’assorbimento di Tiamina (o Vitamina B1), indispensabile soprattutto nelle prime fasi di crescita. 

Cibo per gattini ad un gatto adulto: è rischioso?

Così come è sconsigliato dare cibo per gatti adulti ai gattini, è preferibile che si eviti anche quest’altro “scambio alimentare”.

Come detto finora, le esigenze nutrizionali sono differenti ad ogni fase della crescita: il cibo per gattini è altamente energetico e proteico, e a lungo andare questo tipo di alimentazione potrebbe far ingrassare il gatto, fino a raggiungere una condizione di obesità.

E il cibo del cane ai gattini?

Peggio del dare cibo per gatti adulti ai gattini, è dare ai gattini del cibo per cani. Nonostante siano le specie domestiche più comuni, i nostri animali da compagnia preferiti hanno esigenze nutrizionali diverse, a partire dalla quota proteica: è ormai comunemente accettato che i cani siano onnivori, a differenza dei gatti che sono invece carnivori obbligati.

I primi mesi di vita del gatto sono i più delicati, e l'alimentazione, oltre a fornire il carburante di cui hanno bisogno, pone la base su cui costruire delle solide difese immunitarie.

Se avete dubbi su come gestirlo, meglio non improvvisare: portate il gattino dal veterinario il prima possibile per conoscere le esigenze feline specifiche per la sua età.