News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Come trasportare un gatto in macchina: consigli utili

gatto sul cofano di un'auto rossa advice © Pixabay

Micio ha paura in auto? Soffre? Come trasportare un gatto in macchina? Rispondiamo a queste ed altre domande. 

Di Anna Paola Bellini

Avete previsto di fare un viaggio in auto con la vostra tigre domestica? come trasportare un gatto in macchina? È la prima volta che il vostro gatto mette zampa in un’auto e volete aiutarlo a godere di questa esperienza? Scopriamo, prima di tutto, come il gatto ha tendenza a comportarsi in auto e poi vediamo come fare per evitare che soffra di mal d’auto. 

Gatti in auto: come si comportano? 

I felini in auto possono soffrire di disturbi digestivi e sofferenza generalizzata perché nessun gatto ama stare in auto. Rumori forti, spazi troppo angusti, immagini veloci che si scagliano davanti ai suoi occhi e nuovi ed inesplorati odori possono stressare il nostro amico baffuto al punto da provocare reazioni come nausea, diarrea, vomito e sofferenza. Tutti sintomi che saranno accompagnati da un miagolio lamentoso quasi costante. 
In questo articolo parleremo di come prevedere al meglio un viaggio in auto con il gatto, come preparare l’animale, come comportarsi con lui durante il tragitto e infine cosa dice la legge in merito al trasporto del felino nel veicolo. 

Viaggiare con il gatto in auto: cosa fare prima 

Avete trovato un delizioso albergo con vista in cui anche i gatti sono i benvenuti ed eccovi pronti a partire! Ma, prima di mettersi in marcia, bisogna provvedere al benessere del vostro Micio, ecco quindi alcuni consigli da mettere in pratica prima di salire in macchina:

  • Abituare il gatto al trasportino. Qualche giorno prima della partenza cominciare a lasciare il gatto all’interno del trasportino, perché si abitui, può essere un primo passo per vivere il viaggio serenamente.
     
  • Capire cosa mettere nella gabbietta. Si consiglia una gabbietta grande in cui Micio possa avere la possibilità di muoversi e stendersi a piacimento. L’ideale sarebbe di lasciarvi all’interno un cuscino o una coperta per farlo stare comodo e al caldo.
     
  • Non alimentare il gatto. Dare da mangiare a Micio al massimo due ore prima della partenza. In questo modo, se non sopporta troppo l’auto, eviterà di fare bisogni o (eventualmente) di vomitare.

Portare il gatto in macchina

Ma come comportarsi durante il trasporto? Ecco qualche consiglio pratico da mettere in atto in tragitti brevi o lunghi.

  • Pause ogni due ore. Si consiglia di fare delle pause dal tragitto ogni paio d’ore, durante le quali il gatto deve avere accesso ad una lettiera, per evitare inconvenienti in auto.
     
  • Cibo e acqua. È importante non lasciare l’animale a digiuno e assetato. Durante le soste (o ogni ora), proporre al gatto qualche crocchetta e un po’ d’acqua (senza eccedere) può tranquillizzarlo. Si consiglia di inumidire il muso del Micio con un fazzoletto umido e non di proporre una scodella d’acqua intera durante il tragitto. 
     
  • Attenzione alla temperatura. Se fa caldo non esitare a utilizzare l’aria condizionata dell’auto. In alternativa, si può coprire il trasportino con un asciugamano (chiaro) da umidificare regolarmente.
     
  • Non lasciare mai il gatto da solo. Anche durante le pause pranzo lontane dall’auto portare il gatto con sé. Un colpo di calore potrebbe risultargli fatale.
     
  • Rassicurare il Micio. Per far sì che il gatto resti calmo non esitare a fargli qualche carezza e a parlargli dolcemente.

Naturalmente, il gatto non deve assolutamente essere lasciato nel portabagagli dell’auto. La sua gabbietta andrà sistemata sul sedile posteriore, con l’apposita cintura di sicurezza per evitare che si muova, e durante il tragitto non dovrà mai essere aperta. Si consiglia, inoltre, di sistemare un panno di cotone sottile davanti alla gabbietta, in modo che Micio non possa guardare la strada e possa quindi sentirsi più tranquillo.

Regole per il trasporto dei gatti in auto

Per quanto riguarda il trasporto in auto del gatto citiamo l’Articolo 169 del Codice della Strada che recita:  «Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell'art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. È consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.». 

Contrariamente al cane, quindi, il gatto non può restare libero all’interno dell’abitacolo poiché la sua imprevedibilità lo renderebbe un pericolo per il conducente e quindi per gli altri automobilisti (e pedoni).

Calmanti per gatti in viaggio

Per combattere il mal d’auto nei gatti esistono dei rimedi omeopatici come i Fiori di Bach che calmano l’animale o anche dei granuli antinausea. In commercio è possibile anche trovare prodotti specifici a base di passiflora o zenzero che hanno effetti rilassanti. Infine, si può vaporizzare uno spray a base di feromoni all’interno del trasportino per tranquillizzare l’animale. 

Attenzione: prima di un viaggio lungo chiedere consiglio al veterinario sul quale rimedio (omeopatico o, in alcuni casi, farmacologico) è più adatto al vostro gatto. 

Leggi anche