News :
Wamiz Logo

Che razza di cane fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

Tutti i segreti e i consigli sui molossoidi

rottweiler-fuori-all’aperto advice

Il Rottweiler è un molossoide che è stato selezionato nel XIX secolo.

© Pixabay

Testa tonda e muso accorciato sono sono le caratteristiche di un’ampia e varia famiglia canina. Dal Cane Corso al Carlino, ecco le caratteristiche dei molossi.

Di Mauro Ravarino

I molossoidi sono una categoria di cani molto robusti e adatti a tutte quelle attività che richiedono forza e resistenza, hanno un carattere deciso e si affezionano con molta dedizione al loro padrone.

Al gruppo appartengono per lo più cani di grossa taglia, quali i dogue - anticamente selezionati come cani da guerra e oggi usati come cani da guardia e difesa - e i cani di montagna, più usati come pastori. Ma ci sono molossoidi anche di piccola taglia come il Carlino.

Il significato di molossoide

Il termine “molossoide” deriva dal nome del popolo Molosso, un’antica tribù greca che era stanziata nell’Epiro. Qui, questi grandi cani erano apprezzati, svolgendo compiti importanti: guardia alle case e ai confini, sorveglianza delle greggi, e a volte, combattimenti.

Fisico e carattere dei molossoidi

I molossoidi si caratterizzano per avere un corpo forte, un cranio arrotondato, le orecchie abbassate, una mascella corta e, tranne le taglie più piccole, superano i 45 chilogrammi di peso. Possono essere alti e longilinei oppure potenti e vigorosi; hanno, inoltre, un temperamento coraggioso e possono essere eccellenti compagni per tutta la famiglia.

I molossoidi sono stati spesso dipinti come cani pericolosi, ma così non sono. Le manifestazioni di aggressività non dipendono dalla razza, bensì dall'educazione che viene data dall'uomo agli animali – un aspetto molto importante per i molossoidi – e da come vengono allevati. Giocano un ruolo fondamentale la relazione con il proprietario e gli aspetti di socializzazione con altri cani e persone.

In Italia, non è più in vigore la lista delle razze canine pericolose precedentemente stilata nel nostro ordinamento. Dal 2009, infatti, non si fa più riferimento all'aggressività del cane in base alla razza di appartenenza.

D'altronde esistono cattivi padroni, non cani cattivi.

Le razze di molossoidi più rappresentative

Discendente del molosso romano, il Cane Corso è un esemplare di taglia medio-grande che si caratterizza per il pelo corto e una corporatura muscolosa e tonica. Leale, protettivo e intelligente ha bisogno di un'educazione equilibrata e di fare spesso movimento.

È una razza di origine italiana come il Mastino Napoletano, perfetto guardiano, massiccio e vigile, nonostante un'apparenza sorniona.

Bianco e muscoloso è il Dogo Argentino, un molosso dall'indole cacciatrice, protettivo con la famiglia e diffidente con gli estranei.

Molossoide selezionato nel corso del XIX secolo è il Rottweiler: determinato, protettivo e territoriale, un pregio ma anche una responsabilità per chi deve educarlo.

Alto e slanciato, l'Alano è un dogue anomalo: è uno dei giganti della specie.

Possente, ozioso ma sempre vigile è il Dogue de Bordeaux.

Sicuro, leale e giocherellone è il Boxer, di origini tedesche, che può essere un ottimo cane da compagnia come da difesa.

Cane Corso
Il Cane Corso è un esemplare di taglia medio-grande.©Pixabay

Accanto alla tipologia dogue c'è quella dei cani da montagna, imponenti e dalla folta pelliccia. Il San Bernardo, il gigante delle Alpi, è uno dei più rappresentativi. Fedele al padrone, determinato, è tuttora un perfetto cane da soccorso in montagna.

Altrettanto portato per il soccorso, ma in questo caso acquatico, è il Terranova, proveniente dall'omonima regione canadese. Si tratta di un cane affettuoso e imponente.

Cani molossoidi di piccola taglia

Tra gli esemplari di piccola taglia ci sono, invece, il Carlino, vivace e protettivo nonché ottimo cane da compagnia, e il Bulldog, paziente e socievole.

San Bernardo
Il San Bernardo è il gigante delle Alpi.©Pixabay

Hanno bisogno di attenzioni speciali

Hanno, però, bisogno di cure speciali, sia per le loro dimensioni che per problemi di respirazione che alcuni esemplari possono mostrare. Per questo motivo, è importante sapere qual è l’alimentazione più adeguata.

Dato che hanno un metabolismo particolare, che brucia una maggiore quantità di energia, per mantenere il peso ideale questi animali dovrebbero consumare almeno 2.400 calorie al giorno. Se il cibo è assunto in modo costante ed equilibrato, ad orari precisi e diviso in porzioni idonee, non ingrasseranno ulteriormente. Uno degli obiettivi della dieta alimentare è proprio evitare la crescita accelerata del cucciolo, dannosa per la salute generale.

Problemi di salute ricorrenti

Purtroppo una malattia ricorrente è la torsione dello stomaco che solo una nutrizione bilanciata scongiurerà. Inoltre, i molossoidi soffrono di problemi alle articolazioni. Più grandi sono, più è probabile che i loro arti si consumino con rapidità. Infatti, con il passare degli anni aumenta il rischio di osteoporosi e di obesità.

L'alimentazione per la salute dei molossoidi

Per evitare la crescita accelerata e il sovrappeso, l’alimentazione deve essere ricca di proteine, cercando di ridurre grassi, calcio e fosforo. Solo le proteine salvaguardano la salute generale dell'animale.

Gli antiossidanti sono un altro aspetto di cui tenere conto. Limitano e/o rallentano l’ossidazione delle articolazioni e combattono le malattie cardiovascolari. Tra gli alimenti naturali con un ricco contenuto di antiossidanti troviamo:

  • limone;
  • arancia;
  • pomodoro;
  • foglie di tè.

Anche quelli con alti livelli di fibre sono di grande importanza perché favoriscono la digestione e prevengono diverse malattie dello stomaco. Inoltre, aiutano a purificare il sangue dalle tossine e ad equilibrare i livelli di grassi in esso contenuti.

Perciò, lo scegliere cibo di qualità, allunga la vita del cane molossoide, che necessita comunque di cura e di affetto.

Tre consigli da seguire

  • L’animale deve mangiare con calma. Se è stressato corre il rischio di indigestione e torsione gastrica. È ideale che rimanga tranquillo anche dopo il pasto.
  • La carne deve essere povera di grassi. Il pesce è un'ottima scelta. Ricordatevi di bollirlo in acqua calda per eliminare eventuali batteri.
  • Per quanta fame possa avere il cane, aumentare le razioni può causare più danni che benefici. Come alternativa, potete dividere in più pasti la razione giornaliera.