Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

Pubblicità

I probiotici possono alleviare i disturbi cutanei del cane?

Cane di razza Dalmata con disturbi cutanei advice

In che modo i probiotici alleviano i disturbi cutanei del cane?

© Shutterstock

I disturbi cutanei del cane possono essere alleviati dall’uso di probiotici? Questi microrganismi agiscono sulla flora microbica intestinale ma hanno effetti secondari benefici anche sulla salute delle pelli sensibili. 

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 07/10/20, 20:57

Recenti studi hanno dimostrato l’efficacia dei probiotici anche per alleviare alcuni tipi di disturbi cutanei del cane, in particolare quelli causati da intolleranze o allergie alimentari. 

Si tratta degli stessi probiotici usati per regolarizzare l’intestino? Quelli per cani sono diversi da quelli ad uso umano? Scopriamolo in questo articolo. 

A cosa servono i probiotici?

I probiotici sono formulazioni contenenti microrganismi vivi (batteri, virus e lieviti) in grado di migliorare la salute del nostro amico a quattro zampe rafforzando e stimolando la crescita della flora microbica intestinale.

Per la specie canina si trovano in commercio sottoforma di:

  • Paste;
  • Polveri;
  • Compresse.

Quali sono i benefici dei probiotici nel cane?

Numerosi studi riconoscono l’efficacia dei probiotici sulla salute degli animali domestici. Essi agiscono in modo diretto sul microbiota intestinale, stimolando la crescita dei microrganismi “buoni” a scapito di quelli dannosi, con risultati positivi a lungo termine sul trattamento della diarrea acuta e cronica.

Gli effetti positivi dei probiotici non si limitano al miglioramento dell’equilibrio gastroenterico, ma si estendono indirettamente alla branca dermatologica e a quella comportamentale: in che modo?

Gli effetti positivi dei probiotici sui disturbi cutanei del cane

L’intestino del cane è un organo d’elezione importantissimo per la salute dei nostri piccoli carnivori domestici.

Esso metabolizza e assimila gran parte dei nutrimenti essenziali: preservarlo con diete di alta qualità e con l’ausilio di prodotti naturalmente presenti all’interno di esso, come i probiotici, può aiutare a risolvere anche quei disturbi cutanei del cane derivanti da reazioni allergiche o intolleranze alimentari

Esistono probiotici specifici per i disturbi cutanei del cane?

I probiotici per cani non sono tutti uguali! Alcune specifiche formulazioni contengono sostanze coadiuvanti (ad esempio oli a base di Omega-3) note per il loro effetto antinfiammatorio a carico della cute.

I probiotici sono utili contro il prurito del cane?

Il tuo cane soffre di prurito? La soluzione migliore ai disturbi cutanei del cane è rivolgersi ad un veterinario specializzato, che tramite appositi test sarà in grado di rivelare l’origine del prurito o di altre eventuali malattie cutanee.

Il prurito del cane può essere infatti causato da moltissimi fattori differenti, anche se molto spesso gli effetti indesiderati a carico della cute sono provocati da allergie o intolleranze alimentari

Alimenti per cani con disturbi intestinali: come scegliere il cibo più adatto

I probiotici, potenziando e migliorando la funzionalità dell’apparato gastroenterico, aiutano a ridurre l’incidenza di tali intolleranze e dunque a prevenire i disturbi cutanei del cane

Posso usare i probiotici in crema sulla pelle del cane?

No, i probiotici in pasta o crema devono essere assunti per via orale, come viene riportato sul foglietto illustrativo.

Un uso diverso, incluso l’uso topico sulla cute del cane, può causare irritazione ed effetti indesiderati.

Qualsiasi prodotto (farmaci, integratori ecc.) va somministrato sempre seguendo le indicazioni del veterinario.

Posso dare al cane probiotici per umani?

No. Il cane ha una flora microbica differente da quella dell’uomo: le formulazioni ad uso veterinario sono mirate ad implementare quei ceppi batterici specifici dell’intestino del cane; perciò prodotti destinati all’uso umano possono non produrre alcun effetto o addirittura essere dannosi. 

Farmaci per uso umano al cane: ti spieghiamo il perché non è una buona idea

Non c’è da stupirsi, dal momento che molti alimenti innocui per noi, possono essere tossici o pericolosi per il nostro cane.  

In quali casi posso dare probiotici al cane?

Se pensi che il tuo cane possa trarre beneficio dall’uso dei probiotici, parlane con il tuo veterinario, anche se per l’acquisto non è necessaria alcuna prescrizione.

A seconda della taglia, dell’età e delle sue specifiche esigenze, il medico sceglierà il prodotto più indicato, fornendoci tutte le informazioni per una corretta somministrazione.

Quando sono particolarmente indicati?

I probiotici sono particolarmente indicati nel trattamento degli episodi ricorrenti di vomito e diarrea, ma non solo.

Il trattamento con antibiotici, essenziale nella cura delle infezioni batteriche, può avere esiti negativi sulla flora intestinale, alterandone l’equilibrio: specialmente in casi come questi i probiotici rivelano la loro efficacia. 

Feci molli del cane? Come migliorarne la consistenza grazie ai probiotici

I probiotici sono i prodotti che più si avvicinano alla concezione di rimedio naturale, ma con un’efficacia scientificamente testata, in grado quindi di migliorare concretamente la qualità della vita del nostro cane.