Tutti gli annunci di adozione🐶

Pubblicità

Perché i gatti mordono i piedi? Cause e soluzioni

gatto che morde delle pantofole advice

Oggi scopriamo perché i gatti mordono i piedi degli umani!

© Pixabay

Quante volte capita di dormire con Micio ai piedi del letto e trovarsi inspiegabilmente "attaccati" dalle sue fauci? Oggi parliamo del perché i gatti mordono i piedi e come farli smettere!

Di Anna Paola Bellini

Pubblicato il 16/06/20, 20:52

Se condividi la tua vita con un baffuto, la domanda “perché i gatti mordono i piedi” è, probabilmente, all’ordine del giorno.

I nostri Mici, infatti, adorano mordicchiare dita dei piedi, caviglie e mani dei propri padroni, soprattutto in determinati momenti della giornata.

In questo articolo indaghiamo le cause di questo comportamento e proponiamo delle eventuali soluzioni.

Perché i gatti mordono?

I gatti mordono per dimostrare qualcosa. In alcuni momenti lo fanno per gioco, in altri per paura, per affetto o ancora cerca di comunicare che un’interazione sociale non è particolarmente apprezzata.

Quante volte, infatti, il vostro gatto vi ha morso mentre gli stavate facendo coccole e carezze?

Ogni padrone è cosciente della complessità del suo gatto e del repentino cambiamento del suo comportamento: qualche volta ci si trova davanti un Micio affettuoso ed altre una tigre indipendente che non ha voglia di essere disturbata.

Le cause dei morsi del gatto variano da un esemplare all’altro e anche dalla parte del corpo umano attaccata: vediamo, in linea generale, quali sono i motivi più classici del perché i gatti mordono i piedi.

Attenzione: Ogni gatto ha una personalità a sé, per questo motivo ogni esemplare non apprezza gli stessi gesti o, semplicemente, non risponde allo stesso modo alla comunicazione sociale con i padroni o con gli altri esemplari.

Il gatto morde caviglie e piedi per noia

I gatti mordono piedi e caviglie soprattutto per noia. Un gatto annoiato, che magari trascorre molto tempo in casa da solo, potrebbe attaccare caviglie e piedi per sfogare la noia accumulata durante il giorno, in un eccesso di vitalità.

Inoltre, non bisogna dimenticare che il felino (per quanto tenero e morbido) ha un istinto predatorio ben sviluppato: la sua indole di scorribande e attacchi improvvisi è una vera e propria necessità fisiologica.

Per aiutarlo a sfogare (ed evitare che ci torturi mani e piedi) possiamo proporgli dei giochini interattivi come dei topolini che si muovono, o delle palline, anche se l’ideale è trascorrere del tempo giocando con lui. Soprattutto se ci si assenta spesso.

Perché il gatto mi morde i piedi?

Oltre alla noia e all’istinto naturale, un’altra eventuale causa potrebbe essere un accumulo di stress.

Essendo animali dall’animo viziato, i gatti tendono a stressarsi molto facilmente e l’aggressione ai piedi potrebbe essere un modo per liberare tutte queste energie negative.

Il motivo di questo punto strategico di aggressione è molto semplice: si tratta del punto più basso del nostro corpo, quindi il più accessibile, oltre ad essere costantemente in movimento.

Attenzione: È importante saper riconoscere il linguaggio del corpo del gatto, soprattutto se morde senza preavviso. Con un’attenta osservazione è possibile capire quale sia il reale motivo per cui il gatto morde i piedi.

Perché il gatto mi morde i piedi mentre dormo di notte?

I gatti assumono questo comportamento soprattutto di notte poiché è proprio in questo momento del giorno che questi animali sono più attivi a causa della loro indole da cacciatori.

Per quanto possa sembrare difficile, se si decide di dormire con il gatto, per abituarlo ai nostri orari è necessario ignorare completamente i suoi comportamenti notturni.

A lungo andare, superato il primo anno di età, l'animale tende ad abituarsi completamente ai ritmi di vita del proprio padrone.

Perché i gatti mordono le mani?

I gatti mordono le mani per gioco o perché hanno dolore. Alcuni esemplari, infatti, reagiscono vigorosamente se vengono toccati in zone sensibili del loro corpo.

Di norma, i Mici accettano facilmente di essere accarezzati sulla testa, la gola e la nuca, mentre sono più restii alle carezze sulla resto del corpo (anche quelle sulla pancia sono raramente apprezzate per molto tempo).

Se il Micio ha male da qualche parte, una semplice carezza può risvegliare involontariamente il dolore: se morde con violenza per poi allontanarsi, isolandosi, probabilmente non si sente bene.

Questo discorso vale soprattutto per gli esemplari più in là con gli anni.

Come far smettere un gattino di mordere?

Raggiunte le 8 settimane di vita, un gattino deve aver imparato a controllare la propria forza (un’assenza di autocontrollo nel morso viene riscontrato soprattutto negli esemplari che non hanno vissuto sufficientemente con la mamma e i fratellini).

Non per questo, però, bisogna tollerare che il cucciolo vi mordicchi piedi e mani, anche solo per gioco.

Questo comportamento può essere divertente all’inizio, ma rischia di diventare fastidioso e finanche doloroso per chi viene morso.

Quando giocate con il vostro Micino, i suoi denti non devono lasciare traccia sulla pelle, come pure le unghie non devono fuoriuscire dai cuscinetti.

Se il gatto dovesse mostrare segni di aggressività (durante il gioco o se lo state accarezzando) smettere immediatamente ogni tipo di interazione con lui.

Un felino che oltrepassa certi limiti dev’essere punito con l’indifferenza (eventuali grida o schiaffi non sortirebbero l’effetto giusto, ma farebbero solo soffrire inutilmente l’animale).