Pubblicità

ulcera all'occhio del cane

Come si guarisce l'ulcera all'occhio del cane? E in quanto tempo? 

© Javier Brosch / Shutterstock

Quali sono i tempi di guarigione dell’ulcera all’occhio del cane?

Di Anna Paola Bellini Redattrice | Traduttrice

Pubblicato il

L'ulcera all'occhio del cane è una lesione oculare erosiva. Quali sono le cause? E i tempi di guarigione? Scopriamolo insieme!

L'ulcera all'occhio del cane è una condizione che non deve essere presa alla leggera. Se non trattata, questa lesione può portare alla perforazione della cornea.

I sintomi sono spesso simili a quelli di una normale congiuntivite canina (occhio chiuso e rosso, secrezione acquosa, ecc.), ma le implicazioni sono molto diverse.  

In caso di dubbio, recarsi immediatamente dal veterinario, che sarà in grado di diagnosticare la condizione, esplorare tutte le possibili cause e suggerire un trattamento efficace.

Cos'è l'ulcera all'occhio del cane

Ulcera è un termine medico che indica una perdita di sostanza nella pelle, in una membrana mucosa o, in questo caso, nella cornea.

La cornea è lo strato superficiale del bulbo oculare. È trasparente in modo che la luce possa passare attraverso di essa ed essere diffratta dal cristallino prima di raggiungere la retina. Pur non avendo vasi sanguigni, contiene nervi sensoriali che la rendono molto sensibile al dolore. 

Un'ulcera corneale canina è una lesione su questa superficie. Può trattarsi di un'ulcera singola o multipla, che colpisce uno o entrambi gli occhi. Questa condizione è abbastanza comune nei cani.

Quali sono i sintomi dell'ulcera all'occhio del cane?

Un'ulcera all'occhio del cane è spesso molto dolorosa. Uno dei primi segni clinici è quindi la manifestazione di questo dolore: un occhio chiuso che lacrima. Spesso si osserva anche un arrossamento della congiuntiva. 

A seconda della causa, si possono sviluppare altri sintomi, come un occhio opaco e sporco in caso di insufficienza lacrimale o un aspetto gelatinoso della cornea in caso di ulcera corneale da collagenasi.

La diagnosi richiede un esame oculistico rigoroso da parte del veterinario e l'applicazione di un colorante (fluoresceina). Alcune ulcere profonde sono facilmente visibili; le ulcere più superficiali appaiono quando la fluoresceina viene fissata alla base della lesione.

Cause dell'ulcera corneale nel cane

L'ulcera all'occhio del cane ha diverse cause.© Shine Nucha / Shutterstock

La cause dell'ulcera corneale nel cane possono essere diverse. Ecco le più comuni:

  • Infezione batterica (da stafilococchi, per esempio) o virale
  • Trauma: artigli, rami, cespuglio di rose, ecc.
  • Corpo estraneo come una spighetta incastrata dietro la terza palpebra
  • Ustioni chimiche: prodotti corrosivi come candeggina, vernice, ecc.
  • Palpebre disallineate o ciglia che sfregano contro la cornea
  • Secchezza oculare
  • Degenerazione corneale genetica o legata all'età.

Esistono però anche dei casi particolari. 

Ulcera cronica

Si tratta di un'ulcera corneale nei cani che non guarisce e diventa quindi cronica. Si ritiene che la causa di questo tipo di lesione sia un'anomalia dell'epitelio (strato esterno della cornea). 

Ulcera collagenasica 

È l'ulcera corneale del cane che più preoccupa i veterinari. Si tratta di una lesione profonda causata da batteri. Essi secernono enzimi (collagenasi) che digeriscono letteralmente la cornea. Le ulcere da collagenasi nel cane si sviluppano molto rapidamente (meno di 48 ore) e la prognosi è spesso preoccupante.

Cura dell'ulcera all'occhio del cane

Il trattamento dell'ulcera all'occhio del cane dipende dalla causa iniziale.

Le cure in base alle cause

Una lesione superficiale benigna di solito guarisce facilmente con l'utilizzo di un collirio a base di antibiotici e un agente cicatrizzante.

Per le ulcere profonde, si raccomanda un trattamento più aggressivo, con la somministrazione di gocce a brevi intervalli di tempo e colliri anti-collagenasi. Le ulcere lente, invece, possono essere ravvivate con un peeling con un cotton fioc dal veterinario; lo scopo di questa manovra è eliminare la cornea lenta e ripristinare un tessuto in grado di rigenerarsi.

Nei casi più gravi, può essere proposto un innesto (congiuntivale o biomateriale) in una clinica specializzata. 

Intervento chirurgico per l'ulcera all'occhio del cane

Alcune razze di cane sono più a rischio di ulcera all'occhio di altre. ©Jus_Ol / Shutterstock

Se l'ulcera corneale è dovuta a una ciglia mal impiantata o a una palpebra arrotolata (entropion), sarà necessario un intervento chirurgico per correggere l'anomalia. Senza questo intervento, l'ulcera non guarirà e potrà diventare più profonda.

A volte è indicato un collare elisabettiano per evitare che l'animale aggravi l'erosione grattandosi o strofinandosi.
Il rispetto del trattamento è essenziale, ma può essere difficile con i cani non collaborativi. Gli antidolorifici orali possono aiutare a rendere più facile la somministrazione del collirio.

Ulcera corneale nel cane: le razze a rischio

Non tutti i cani sono uguali quando si tratta di ulcere corneali. Alcune razze sono più predisposte a questa condizione. Queste sono

  • Razze brachicefale (Bulldog francese, Bulldog inglese, ecc.): i cani con occhi sporgenti sono più inclini alle ulcere corneali.
  • Shar Pei: questi cani hanno spesso entropion, che causa lo sfregamento dei peli sulla cornea. Il manto dello Shar Pei è molto irto e può quindi provocare lesioni gravi. Alcuni cuccioli devono essere operati nelle prime settimane di vita o rischiano di perdere la vista.
  • I Boxer e i Welsh Corgi sono soggetti a ulcere croniche.
  • Cocker Spaniel, Bassotti e Pastori Tedeschi, sono soggetti a cheratocongiuntivite (insufficienza lacrimale che può portare a ulcere).
  • Il Bassotto a pelo lungo: predisposto alla formazione di piccole ulcere corneali multiple.

Le ulcere corneali nei cani sono comuni e facili da diagnosticare. Ma il trattamento può talvolta essere una battaglia in salita. Pazienza e molto tempo... per avere un occhio nuovo di zecca.

---

Articolo scritto per Wamiz.com da:

Isabelle Vixège
Medico veterinario francese

Altri consigli

Cosa ne pensi di questo articolo?

Grazie per il tuo feedback!

Grazie per il tuo feedback!

Lascia un commento
Collegati per commentare
Vuoi condividere questo articolo?