News :
wamiz-v3_1

Che razza di cani fa per te?🐶🐶🐶

Pubblicità

La top 3 del cibo preferito dei gatti

gatto-nero-e-bianco-ripreso-dall-alto advice © Pixabay

Pietanze e prodotti da leccarsi i baffi? Ecco la top 3 del cibo preferito dei gatti per proporre sempre al vostro amico a quattro zampe solo il meglio per la sua alimentazione.

Di Clara Amodeo

Siamo davvero sicuri che il pesce sia il cibo preferito dei gatti? Abbiamo già avuto modo di vedere come gli amici a quattro zampe siano dei carnivori stretti o carnivori obbligati e, pertanto, la loro principale fonte di nutrizione sono i tessuti di origine animale, ossia la carne.

Ma, con l’andare del tempo, un’alimentazione domestica ha reso i gatti appassionati di qualunque alimento, ampliando, così, la loro gamma nutrizionale anche verso le fibre e i latticini. In questo articolo cercheremo quindi di scoprire quali sono gli alimenti preferiti dei gatti, stilando una lista di tre categorie per preparare loro portate e piattini da leccarsi i baffi!

1. La carne al primo posto tra il cibo preferito dei gatti

Proprio perché carnivori, al primo posto in questa classifica del mangiare preferito dei gatti c’è di sicuro la carne. Nonostante siamo portati a pensare che la carne cruda sia quella più adatta ad animali cacciatori (come sono i gatti) in realtà, per evitare la proliferazione di parassiti e batteri, è bene somministrare ai gatti solo carne cotta.

Quest’ultima può essere bollita da noi o acquistata in scatoletta, sotto forma di cibo umido per gatti per garantire un'alimentazione corretta al felino.

Quali varietà di carne i gatti apprezzano di più?

Il maiale è di certo il genere che più i felini adorano: non è un caso che il prosciutto, derivato dalla lavorazione del maiale, sia incluso nelle formule di molti alimenti commerciali per l'alimentazione del gatto.

A pari merito con il maiale c’è il pollo, che, come dicevamo, è bene lessare e servire al gatto senza la pelle, perché molto grassa, e senza ossi, che potrebbero essere pericolosi se sminuzzati con i denti.

Il manzo va tagliato a dadini, in piccole porzioni o addirittura sminuzzato, mentre il pesce, pulito da squame e lische, è meglio se servito nelle qualità salmone, rana pescatrice e tonno.

2. Al secondo posto tra il cibo preferito dei gatti c’è il latte

Un posto d’onore in questa classifica è quello ricoperto dal latte e dai suoi derivati. Un classico visto che si è solito abituarlo fin da piccolo, no? Ma, anche qui, è bene prestare la dovuta attenzione: latte e latticini devono essere assunti con moderazione, non solo perché possono creare disturbi digestivi ma anche perché si tratta di alimenti molto calorici, sebbene ben tollerati.

Quali sono i latticini preferiti dai gatti?

E allora iniziamo con il formaggio, specie se è duro e saporito e viene servito grattugiato; di certo i gatti non disdegnano il formaggio spalmabile, che può essere dato assieme a un equilibrato apporto proteico.

Lo yogurt può essere assunto dai mici ma è meglio se è naturale, mentre sul latte c’è qualche difficoltà: dato che è molto ricco di calcio, di fosforo e di proteine, infatti, questo può provocare qualche problema digestivo, portando a vomito o diarrea. Ecco perché quando si ha a che fare con i gattini piccoli è bene evitare il latte vaccino e, in assenza di latte materno, somministrare, invece, il latte in polvere per cuccioli di gatto.

3. E che dire di pasta, riso e cereali?

Sebbene non facciano parte della dieta felina, essi sono tuttavia entrato a fare parte della sua dieta dopo che, per lungo tempo, il gatto si è abituato a mangiare quello che nutre anche l’uomo. Per quanto, dunque, non devono rappresentare la base della loro dieta, tra il cibo preferito dei gatti c’è anche quello rappresentato delle farine e dei cereali:

  • Il riso: ottimo se il gatto ha recentemente sofferto di problemi gastrointestinali;
  • I biscotti: bene purché in piccole dosi e non calorici (meglio se acquistati come snack per gatti)
  • La pasta: a patto che non sia ripiena o accompagnata con salse che contengano alimenti nocivi per il gatto.

Cosa non fa bene al gatto?

A proposito di alimenti nocivi per il gatto, esistono infine delle materie prime o dei prodotti lavorati che non fanno affatto bene al gatto e che, nonostante vengano ingeriti dai felini, è bene non somministrargli per preservarne la salute fisica. Tra questi troviamo:

  • Il cioccolato (famoso per il suo essere tossico per gli animali domestisci);
  • L’aglio;
  • La cipolla;
  • Lo scalogno;
  • Il porro (così come i tre precedenti, può danneggiare i globuli rossi);
  • L’erba cipollina;
  • Le uova crude (oltre ad aumentare nei gatti il rischio di salmonellosi potrebbe anche causare un cattivo assorbimento della vitamina B e quindi problemi al pelo e a livello cutaneo);
  • Uva e uvetta (possono causare un'intossicazione);
  • Tè o caffè in polvere (provocano una stimolazione anomala del sistema cardiovascolare e respiratorio).

Leggi anche