Pubblicità

L’istiocitoma nel cane è pericoloso? Ecco cosa fare

cane boxer cucciolo

L'istiocitoma nel cane è più frequente in giovane età.

© Charlotte Yealey / Pixabay

Se Fido presenta una piccola escrescenza cutanea liscia e mobile, potrebbe trattarsi di istiocitoma nel cane. Cos'è e come curarlo?

Di Flavia Chianese

Pubblicato il

L’istiocitoma nel cane è una piccola escrescenza cutanea piuttosto comune tra i nostri amici a 4 zampe: circa 1/5 dei tumori della pelle di Fido sono di questo tipo. Per fortuna la maggior parte delle volte la malattia ha esito positivo e spesso compare così come è apparsa: improvvisamente!

Ma non per questo va sottovalutata. Vediamo perché. 

Cos’è l’istiocitoma del cane?

L’istiocitoma del cane è un tumore della pelle, quasi sempre benigno. Si presenta sottoforma di escrescenza cutanea, simile ad un bottoncino di pelle. La loro superficie è quasi sempre liscia, priva di peli e mobile, ma talvolta possono essere presenti ulcerazioni che vanno tenute sotto controllo. 

L’istiocitoma (o gli istiocitomi) si presenta con maggior frequenza nei cani giovani, in particolare sotto i 6 anni di età: ma non è detto che la patologia non possa insorgere anche quando Fido è ormai anziano. La loro caratteristica è quella di comparire improvvisamente, ma non è esattamente così: essi impiegano da 1 a 4 settimane per formarsi. 

Quali sono i sintomi di istiocitoma nel cane?

In realtà l’unico sintomo di questa malattia della pelle è rappresentato dalla comparsa di un nodulo, o anche più di uno. Il cane non ha prurito o dolore, ma anche osservarne la localizzazione può darci numerose informazioni. 

Dove si localizza l’istiocitoma nel cane?

Gli istiocitomi nel cane compaiono prevalentemente su zampe, testa, orecchie e in generale nel tronco anteriore del cane.

Esistono razze predisposte?

L’istiocitoma è un tumore piuttosto diffuso, specialmente in alcune razze come:

Quanti tipi di istiocitomi esistono nel cane?

La maggior parte degli istiocitomi si presentano nella forma benigna, in grado di risolversi spontaneamente dopo poco tempo. Il rischio però è che il cane inizi a grattare o leccare la zona interessata facendola sanguinare e infettare.

L’altra tipologia, conosciuta come istiocitoma fibroso nel cane, è caratterizzata da maggiori dimensioni dell’escrescenza, una consistenza solida e fibrosa, più simile ad un grumo. In questo caso sarà necessario un intervento chirurgico per la rimozione del tumore. 

Quali sono le cause di istiocitoma nel cane?

Non è ben chiaro il meccanismo che porta alla comparsa di istiocitomi nel cane. Le possibili cause potrebbero essere attribuite a:

  • Più che l’esposizione a raggi UV, questo tumore della pelle pare essere legato maggiormente a fattori genetici.
  • Anche se non sono stati trovati specifici agenti infettivi che stimolino la proliferazione delle cellule tumorali, sembra che i morsi di zecca e di insetti possano predisporre la comparsa di istiocitoma nel cane.  

Diagnosi di istiocitoma nel cane

In questo tipo di patologie è importantissimo ottenere una diagnosi precisa, di modo da poter escludere tumori maligni che necessitano di un intervento immediato.

La diagnosi di certezza si raggiunge prelevando con un ago un campione di cellule del sospetto tumore, sottoponendolo all’esame istologico. In questo modo sarà possibile determinare l’attività cellulare e il tipo di cellula, stabilendo così il giusto approccio da intraprendere.

Cura per l’istiocitoma nel cane

L’istiocitoma nel cane una volta diagnosticato, si cura con il migliore dei rimedi naturali: il tempo.

L’istiocitoma infatti guarisce spontaneamente nella maggior parte dei casi. Il problema si presenta se il nostro cane lo percepisce come un fastidio, tendendo a mordere o a grattarsi l’escrescenza, o se si trova in un luogo particolarmente esposto a possibili lesioni. Un rimedio potrebbe essere quello di applicare una benda quando l’istiocitoma nel cane riguarda la zampa. 

Se invece l’istiocitoma ha sanguinato o presenta ulcerazioni, la ferita va tenuta sempre pulita e sotto osservazione del veterinario, che potrà comunque suggerirne la rimozione qualora possa rappresentare un problema per il cane. Se invece si tratta di un istiocitoma fibroso, l’intervento chirurgico è sempre raccomandato.

Lascia un commento
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare