I pet fanno bene davvero? Rispondi!

Pubblicità

Si possono dare i fichi al cane? I pro e i contro

fichi-e-cane

Ecco i benefici e gli inconvenienti del dare i fichi al cane.

© dezy - Aedka Studio / Shutterstock

Come per noi umani, anche la dieta del cane è varia. Scopri se puoi dare i fichi al cane e i pro e i contro di questi prelibati frutti estivi.

Di Ilenia Colombo

aggiornato il 26/07/21, 12:47

Si possono dare i fichi al cane? Una domanda che sorge spontanea, soprattutto durante la stagione estiva, a molti proprietari di animali domestici.

A differenza di alcuni alimenti nocivi per Fido, dare fichi al tuo cane non è sempre pericoloso. Anche se hanno dei limiti, questi zuccherini frutti estivi apportano tanti benefici al nostro amico a quattro zampe.

Il cane può mangiare i fichi?

Sì, si possono dare i fichi al cane, ma in quantità limitate. Questi frutti sono ricchi di fibre, che fanno bene all'apparato digerente e sono anche un'ottima fonte di zucchero naturale, che darà al tuo animale una sferzata di energia!

I cani possono mangiare i fichi solo in piccole quantità poiché tali frutti hanno un'alta percentuale di fibre che possono provocare diarrea. La giusta quantità di fichi varia in base alla taglia dell’animale.

Ecco in dettaglio tutti i benefici e i rischi nel dare i fichi al cane.

I benefici dei fichi per i cani

I fichi sono caratterizzati da un basso carico glicemico, fibre, vitamine e antiossidanti. Il frutto del fico contiene questi principali nutrienti:

  • Fibre: ottime per la salute del colon e il controllo del peso e in alcuni casi può aiutare in caso di stitichezza;
  • Potassio: aiuta a regolare la pressione sanguigna e presenta anche benefici cardiovascolari;
  • Vitamina B: supporta il sistema nervoso centrale nelle sue funzioni;
  • Fosforo: ha un ruolo importante per trasformare il cibo in energia e per il benessere di ossa e denti;
  • Ferro: supporta il trasporto di ossigeno nel sangue e quindi favorisce le prestazioni di un cane;
  • Calcio: fortifica denti e ossa;
  • Zinco: può prevenire efficacemente un'infezione perché aumenta la resistenza del sistema immunitario.
Antiossidanti per Fido: quali sono?

I fichi fanno male al cane quando...

Nonostante i numerosi benefici dei fichi, questi non sono necessariamente i motivi per cui dovresti aggiungerli alla dieta del tuo fedele amico.

Il fico, infatti, diventa pericoloso per la salute del tuo cane non appena l’animale presenta una reazione allergica ad esso.

I sintomi delle reazioni allergiche che il tuo cane potrebbe avere sono: 

I fichi non sono tossici, quindi se il tuo cane ha accidentalmente mangiato un fico, non preoccuparti. Si consiglia tuttavia di fare un periodo di prova per studiare la reazione del cane.

Se il cane sviluppa una reazione allergica, chiama subito il veterinario o il centro antiveleni.

Quanti fichi può mangiare il cane?

Quando si danno frutta e verdura ai cani, la chiave per una dieta sana ed equilibrata è sempre la moderazione.

Ti consigliamo di iniziare in piccole quantità, facendo assaggiare al cane solo un pezzetto di fico per assicurarti che non abbia una reazione allergica.

A seconda della taglia e dell'età del tuo cane, puoi dargli circa mezzo fico a settimana se hai un cane di piccola taglia e uno o due se è una razza canina più grande.

Scopri qui quante volte al giorno deve mangiare un cane secondo la taglia e l'età

Tieni sempre i fichi fuori dalla portata del tuo cane, poiché troppe fibre alimentari e zucchero possono causare disturbi gastrici al pelosetto.

I cani possono mangiare i fichi secchi?

I fichi secchi fanno male ai cani. Sono tre volte più calorici, hanno troppo zucchero e un ridotto contenuto di acqua, quindi è sconsigliato darli da mangiare a Fido.

E i fichi d'india al cane?

Il discorso è sempre lo stesso: se da un lato il contenuto di fibre e acqua aiuta a smuovere intestini pigri e ammorbidire le feci, dall'altro l'eccesso di zuccheri è nocivo perché può portare al diabete. La parola d'ordine è però sempre la stessa: moderazione.

Discorso a parte, invece, per i nocciolini, che potrebbero essere velenosi. Nel dubbio, quindi, meglio evitare di dare delle parti di fichi d'india al cane che contengono semini.

Quale frutta estiva dare al cane in sostituzione del fico?

Ricchissimo di fibre e altri nutrienti, il fico apporterebbe molto al tuo cane. Tuttavia, se sorge il rischio di allergia, fermati! Ci sono molti altri frutti che puoi dare al tuo cane in sostituzione.

Ad esempio, il melone fa ugualmente molto bene a Fido. Questo frutto non è solo ricco di acqua, che favorirebbe l'idratazione del tuo cane, ma è anche ricco di vitamina A ed E.

L'anguria, molto ricca di acqua, è un frutto molto vantaggioso per l'organismo del tuo cane.

Anche fragole e lamponi, ricchi di vitamina C, sono alternative ricche e benefiche per nutrire al meglio il tuo animale domestico. Non trascurare nemmeno i poteri dell'ananas!

Ricapitolando, dare al tuo cane un fico non gli farà male se non è allergico ad esso. In effetti, questi frutti sono una buona fonte di fibre, potassio e zucchero naturale, che possono integrare la dieta del tuo cane, quindi puoi condividerne un po' con Fido di tanto in tanto.

L'importante è non esagerare per evitare il rischio diabete.

---

Articolo revisionato da:

Francesco Reina
Assistente veterinario

Se hai qualsiasi dubbio o domanda contatta il tuo veterinario e soprattutto evita il fai da te!