TEST: Che razza di gatto fa per te?😻😻

PubblicitĂ 

Insegnare al cane a cercare oggetti e seguire piste? Ecco come fare!

cane fiuta qualcosa in un prato advice

Insegnare al cane a cercare un oggetto e seguire piste è per lui divertente e stimolante.

© Pixabay

Insegnare al cane a cercare un oggetto e seguire piste è un ottimo modo per stimolarlo, affinare il suo potente olfatto e consolidare il rapporto cane padrone, divertendosi insieme: scopriamo come si fa!

Di Serena Esposito

Seguire una pista e insegnare al cane a cercare un oggetto, che sia un giocattolo o un delizioso bocconcino premio, è un’attività estremamente proficua per il tuo amico a quattro zampe, in quanto lo rilassa e allo stesso tempo lo stimola.

E non finisce qui! Perché il cercare un oggetto, può essere insegnato come vengono insegnati i vari comandi al cane, ma per lui non si tratterà più di un esercizio, bensì di un vero e proprio gioco che andrà a sfidare le sue potentissime capacità olfattive!

Quale modo migliore quindi, per impegnare Fido in giorni come quelli che viviamo durante questa quarantena senza precedenti? Scopriamo insieme tutti i segreti del cerca e trova seguendo una pista!

Cercare oggetti e seguire piste: da cosa iniziare

Come abbiamo accennato, cercare oggetti per il cane è più un gioco che un esercizio o un comando, sebbene la fase dell’apprendimento passi per l’addestramento.

I requisiti per iniziare ad insegnare al cane a cercare oggetti e seguire piste, sono due:

Possiamo insegnare a Fido a cercare più cose diverse, partendo ovviamente da quella più facile e gratificante, e procedendo per gradi, aumentando la difficoltà e stimolando così il suo istinto del fiuto.

In questo articolo descriveremo:

  • come insegnare al cane a cercare bocconcini di cibo;
  • come insegnare al cane a cercare giocattoli;
  • come insegnare al cane a seguire una pista.

Infine ci sarà un piccolo bonus per divertirsi insieme ancora di più, ma scopriamo quanto sia appagante questa attività per il cane.

Fiutare: relax e gratificazione assicurati!

Il tartufo ed i baffi del cane, si sono evoluti appositamente per annusare e fiutare qualsiasi odore.

È risaputo che, a differenza degli umani, che basano la propria percezione principalmente sulla vista, quella del cane, è appannaggio esclusivo dell’olfatto.

Per questa ragione, l’attività del fiuto, e quindi della ricerca tramite l’olfatto, è estremamente appagante e rilassante per il cane, e quanto più la ricerca si è rivelata impegnativa, maggiore sarà la gratificazione.

Come insegnare al cane a cercare bocconcini di cibo?

Come primo esercizio sarà utile far cercare a Fido dei deliziosi bocconcini, in modo da imprimere l’attività come qualcosa di istantaneamente gratificante.

  1. Per farlo, possiamo (e attualmente dobbiamo!) stare a casa per facilitare la ricerca, offrendo uno spazio ben conosciuto al cane: con una manciata di bocconcini facciamo sedere Fido e gli chiediamo di restare fermo.
  2. A questo punto, dopo avergli fatto annusare per bene il mucchio di premi, lanciamo un bocconcino a breve distanza da lui ed in modo che veda dove atterra, e gli diciamo “cerca” o “dove sta?”; attenzione al tono di voce, dev’essere sempre gioioso ed allegro!
  3. Fido raggiungerà quindi il suo premietto e lo mangerà con soddisfazione; a questo punto ripetiamo l’operazione e lanciamo il bocconcino a distanza sempre maggiore.
  4. Ora il cane è pronto per la ricerca: dopo averlo fatto sedere, gli mostriamo il premio, gli chiediamo di restar fermo, e andiamo a nascondere il premio dietro una poltrona, o in qualsiasi punto accessibile dal cane, anche in altezza.
  5. Diamo il comando “cerca” o “dove sta?” e lasciamo che il cane trovi il suo premio: ormai saprà certamente rintracciarlo, mosso dalla curiosità, dall’istinto e dalla gratifica dell’acciuffare il premio e mangiarlo. Ricordiamo sempre di lodarlo con un “bravo!” e delle carezze!
  6. In questa fase il cane dovrà affidarsi al proprio fiuto, non potendo vedere dove abbiamo nascosto il bocconcino! E potremo rendere ogni ricerca più stimolante, anche cambiando camera, movimentando le giornate di pioggia o di quarantena, come quelle che viviamo in questo periodo.
Non sai quale bocconcino usare? Prova questi biscotti fatti in casa!

Come insegnare al cane a cercare giocattoli?

A questo punto, che il cane ha imparato a cercare in giro per casa fiutando il cibo, possiamo introdurre oggetti, come i suoi giocattoli preferiti. Come fare per fargli cercare un gioco?

  1. Prendiamo il suo gioco preferito, che avrà un odore speciale e unico, fortemente riconoscibile da Fido;
  2. Giochiamo con lui per qualche minuto al riporto;
  3. A questo punto, invece di lanciargli il gioco, chiediamo a Fido di restar fermo e andiamo a nascondere la pallina o il pupazzetto con cui abbiamo giocato;
  4. Torniamo da lui e chiediamogli “dove sta?” oppure “cerca”.

Una volta che Fido ha recuperato il gioco, premiamolo con parole e carezze, ma soprattutto con un’altra entusiasmante sessione di riporto!

A proposito di giochi: Scopri 3 giochi da fare con Fido!

Come insegnare al cane a seguire una pista?

Finalmente potremo arricchire i giochi di ricerca con delle piste, che divertiranno il cane ancor di più! Come insegnargli a seguire una pista? Per prima cosa ne dobbiamo creare una, e la faremo con dei bocconcini.

  1. Per questa attività, è importantissimo che Fido stia fermo per qualche minuto, mentre posizioniamo i bocconcini ad una distanza di circa 15 centimetri l’uno dall’altro. 
  2. Non ha importanza la lunghezza della pista, ma dovremmo assicurarci di creare degli angoli retti, in modo da indurre il cane a cambiare anche direzione: questo preparerà Fido per la ricerca su piste all’aperto, su terreni differenti come ghiaia, ciottoli, o prato.
  3. A questo punto, creata la pista, potremo dire al cane “cerca” e lasciare che si diverta e mangi tutti i premietti che fiuterà sulla pista.

Iniziare con una pista “fatta in casa” che quindi sia più visiva che olfattiva, preparerà il cane ad affrontare anche piste di difficoltà maggiore, come quelle che potremo creare su un prato, dove i bocconcini potrebbero nascondersi tra i fili d’erba.

Anche all’aperto il procedimento è lo stesso, e il divertimento, nonché il consolidamento del rapporto cane-padrone, è assicurato!

Bonus: giocare a nascondino

Come promesso, ecco il bonus di questo articolo: insegnando al cane a cercare bocconcini, oggetti e seguire piste, potremo fungere noi stessi da oggetto della ricerca!

Giocare a nascondino con il cane è un’attività semplice, divertente e estremamente gratificante per entrambi, e per il nostro rapporto. Se svolto in spazi particolarmente ampi, come case grandi o cortili e parchi, sarà utile la presenza di un familiare o di un amico che giochi con noi.

La prima cosa da fare è far sedere e far restare fermo il cane per qualche secondo: il tempo per raggiungere il nostro nascondiglio, dietro una porta o una tenda, sotto il letto, o in un’altra stanza.

Una volta raggiunto il nascondiglio, potremo chiamare il cane da lontano, sviluppando anche meglio la sua risposta al richiamo; nel caso di spazi ampi, sarà il nostro amico o familiare a dire al cane “cerca” o “dove sta?”.

Fido ci troverà fiutando il nostro inconfondibile odore, e la sua ricompensa sarà una grande festa di coccole, e magari un gioco a rincorrerci!