Il meglio per i tuoi pet? Lo trovi qui!

Pubblicità

10 cose da sapere per ospitare un gatto

ospitare un gatto: famiglia adottiva tiene in braccio gatto rosso

Vorresti ospitare un gatto? Scopri le 10 cose da sapere prima di diventare una famiglia affidataria!

Di Ilenia Colombo

aggiornato il

Salvare gli animali offrendo loro spazio nella tua casa. Così potremmo riassumere il concetto di famiglia affidataria!

In questo articolo, spiegheremo il concetto di famiglia adottiva per un gatto e riveleremo 10 cose che dovresti sapere prima di ospitare un gatto e impegnarti in questa esperienza straordinaria e appagante!

Cosa significa essere una famiglia adottiva per gatti?

Si tratta di ospitare temporaneamente uno o più gatti per consentire loro di scoprire la sicurezza e il calore di una casa in attesa che trovino la loro famiglia per la vita.

Non è possibile prevedere in anticipo per quanto tempo i felini saranno ospitati in quanto questo è direttamente legato alla loro adozione definitiva (che generalmente non è prevedibile).

donna gioca con gatto che ospita in casa
Stai pensando di allevare un gatto? Continuare a leggere!©Africa Studio / Shutterstock

I diversi tipi di famiglie affidatarie

  • La famiglia affidataria “classica”: ospita uno o più gatti e si prendono cura di loro. Solitamente l'animale è stato abbandonato e quindi abituato alla presenza umana. La famiglia dovrà prendersi cura del gatto (nutrirlo, pulire la lettiera, passare del tempo con lui, ecc.), proprio come farebbe con il proprio animale. 
  • La famiglia ospitante “sociale”: colei che ha più di esperienza. In effetti, molti gatti che vengono ospitati, sono selvatici o randagi. Pertanto, hanno bisogno di socializzazione prima di poter essere offerti in adozione. Il ruolo di queste famiglie affidatarie è quello di educare il felino a comportarsi bene, facendo in modo che l'animale impari a fidarsi dell'uomo. La socializzazione dei gatti presi in tarda età richiede più pazienza rispetto a quando sono molto piccoli. In alcuni casi, invece, si tratta di cuccioli, non svezzati (separati troppo presto dalle loro madri) che necessitano di essere allattati con il biberon.
  • La famiglia adottiva “convalescente”: quando si tratta di ospitare un gatto in convalescenza (ferito, malato). La famiglia dovrà essere abituata a somministrare farmaci all'animale.

I compiti di una famiglia ospitante di gatti 

Una volta che il gatto è arrivato a casa tua, ecco le missioni che ti aspettano:

  • Provvedere ai bisogni dell'animale: educarlo, prendersi cura, giocare con lui e, naturalmente, amarlo. 
  • Socializzazione: le associazioni possono affidare gatti ancora un po' "selvatici" e che dovranno essere socializzati. Ciò richiede un investimento maggiore ma viene offerto solo alle famiglie che si sentono in grado di farlo.
  • Visite veterinarie: porta il gatto dal veterinario per tutte le cure (identificazione, sterilizzazione, vaccinazioni, visita annuale) di cui ha bisogno il felino. I rifugi o le associazioni ti faranno sapere con quali veterinari lavorano (di solito hanno tariffe preferenziali con determinati medici). Nessun costo per le famiglie, i rifugi si occupano delle spese veterinarie.
  • Tieni informata la struttura: invia foto/video e informazioni sul carattere/comportamento del gatto per mantenere aggiornato l'ente di beneficenza che ti ha affidato il micio.
  • Accogli i futuri adottanti: sii disponibile per richieste di informazioni o visite di potenziali adottanti. Se non ti senti a tuo agio con ciò, dovresti discuterne con l'associazione.

Regole di base da conoscere prima di ospitare un gatto

  1. Ospitare un gatto temporaneamente significa prendersi cura di un animale come se fosse il proprio.
  2. Essere una famiglia adottiva è un impegno. È molto difficile sapere per quanto tempo un animale sarà tenuto in affido.
  3. È consigliato avere un'area dedicata dove Micio possa essere isolato, almeno mentre si abitua al suo nuovo ambiente.
  4. Devi essere disponibile a ricevere i futuri adottanti.
  5. Sii il più specifico e onesto possibile! Ad esempio, informa l'ente del numero massimo di gatti che desideri accogliere, se accetti animali, se puoi allattare con il biberon gattini, se sei disposto a far socializzare o meno un gatto, a somministrare farmaci.
  6. Informa l'associazione con sufficiente anticipo delle tue assenze (vacanze, viaggi di lavoro programmati, ecc.).
  7. Se vivi in appartamento, devi fare in modo che il gatto non possa saltare dal balcone. Fai attenzione alle finestre che si aprono dall'alto: i gatti potrebbero rimanere bloccati e farsi molto male.
  8. Quando è possibile l'accesso dall'esterno, è importante tenere tutti gli esemplari adulti all'interno per un mese in modo che si orientino e capiscano che il loro territorio ora è questo. Per quanto riguarda i cuccioli, non dovrebbero mai essere fatti uscire in modo che non si abituino al mondo esterno (questo faciliterà le adozioni).
  9. In caso di problemi, la famiglia ospitante deve informare la struttura. Non aver paura di informare l'ente benefico sulla situazione, chiedi aiuto, qualche consiglio perché non devi sentirti solo di fronte a una situazione difficile!
  10. Quando il gatto è adottabile (almeno 3 mesi di vita e perfettamente socializzato), invia le foto all'ente in modo che possano iniziare il processo di adozione.
Prima di fare il grande passo, dovresti essere consapevole che lasciare andare un gatto con cui hai vissuto per diverse settimane o addirittura mesi è sempre difficile.

Ci sono altre cose di cui dovresti essere consapevole prima di diventare una famiglia affidataria. Ecco le 10 cose da conoscere prima di ospitare un gatto.

Cosa serve sapere per ospitare un gatto? 10 info utili

Ospitare un gatto in qualità di famiglia adottiva? Un modo meraviglioso per aiutare animali e associazioni animaliste. Ma qual è davvero il ruolo di queste famiglie e come accogliere un animale?

Molti non lo sanno, ma esistono anche famiglie affidatarie per gli animali e, per la maggior parte, consentono di dare il cambio a molti enti animalisti per la protezione dei pet che non hanno strutture per accogliere tutti gli esemplari abbandonati.

Accogliendo un gatto, in realtà ne stai salvando due!

Come suggerisce il nome, una famiglia adottiva accoglierà un animale finché non troverà delle persone che lo adottino. La famiglia adottiva avrà il compito di prendersi cura dell'animale offrendogli tetto e amore per un periodo di tempo indefinito, che può variare da pochi giorni a diversi mesi o addirittura anni.

Sembra facile? Non è sempre così. Scopri 10 cose che dovresti sapere prima di diventare una famiglia ospitante.

#1. Si viene pagati per l'affidamento?

No, essendo volontario per un'associazione animalista, non vieni pagato per ospitare un gatto in casa tua. Comunque sia, l'ente rimborserà le spese veterinarie ed alcune anche il cibo.

#2. Ospitare un gatto in casa è costoso?

Ciò dipende da te. Alcune famiglie spendono un bel po' per i gatti che hanno allevato perché hanno scelto di trattarlo. come fosse loro, acquistando alcuni extra (tiragraffi, giocattoli, snack, cibo umido, accessori, ecc.) oltre al minimo necessario.

In realtà ai gatti non serve molto per essere felici, basta che abbiano una lettiera pulita, cibo e acqua a sufficienza, qualche giocattolo (anche oggetti che puoi trovare in casa, come un pezzo di spago, una fascia per capelli o giochi per gatti fai-da-te).

Ogni ente di beneficenza ha la propria politica, quindi dovrai discutere le spese con l'ente di beneficenza che stai aiutando, ma la maggior parte delle volte dovrai pagare il cibo e la lettiera del felino.

Alcuni enti di beneficenza aiutano con le spese alimentari, soprattutto se stai allevando più di un esemplare. Normalmente, non dovresti pagare le spese mediche, sarà l'ente di beneficenza a farlo.

#3. Quanto dura l'affido?

La durata dell'affidamento dipenderà principalmente dalle richieste di adozione del gatto in questione. L'affido può durare da pochi giorni a diversi mesi, ma non si piò definire con precisione l'orizzonte temporale.

Se si accolgono gatti piccoli, malati o che hanno bisogno di seguire un percorso di socializzazione, il periodo di accoglienza può adattarsi a tali situazioni, specificate nei paragrafi precedenti.

#4. Come preparare casa all'arrivo di Micio?

Innanzitutto, devi acquistare le basi:

Se desideri, puoi acquistare altri accessori, come un albero tiragraffi, più giocattoli, ecc. Qualunque cosa tu voglia comprare, ovviamente dipende dal tuo budget.

Una volta che hai tutto ciò che serve al tuo futuro gatto adottivo, dovresti preparargli un ambiente rilassante perché il gatto si sentirà stressato. Assicurati di creare dei nascondigli e, se puoi, di disporre una casa di cartone: i gatti le adorano! Lascia esprimere la tua creatività!

#5. Posso essere una famiglia affidataria se ho già un gatto/cane?

, puoi essere una famiglia adottiva anche se hai già un cane o un gatto in casa. In realtà, avere un animale tutto tuo significa avere una certa esperienza con gli animali domestici e sapere come far sì che l'animale si adatti al suo nuovo ambiente. C'è anche la possibilità di far compagnia al tuo animale domestico e un nuovo amico con cui giocare!

Avere un cane o un gatto a casa potrebbe aiutare l'animale adottivo ad adattarsi più rapidamente e sentirsi più a suo agio. Naturalmente, se il tuo cane o gatto non va d'accordo con i nuovi animali domestici, sarà difficile ospitare un gatto nuovo. Pertanto, il tuo animale domestico dovrà avere un carattere calmo, gentile e accogliente.

donna accoglie gatto in casa
Ospitare un gatto in casa ha molti vantaggi. ©Media Home / Shutterstock

#6. Serve una stanza libera per ospitare un gatto?

No, non necessariamente. L'importante è tenere l'animale in una stanza i primi giorni o settimane, ovvero il tempo di adattarsi al suo nuovo ambiente.

Nella sua area dedicata, assicurati che l'animale abbia accesso alla lettiera, al cibo e all'acqua (cerca di distanziare il luogo dove Micio fa i bisogni da quello dove mangia: è fondamentale!).

#7. Dove dovrebbe dormire un gatto adottivo?

Tutto dipende dalla personalità del gatto e dalla tua tolleranza. Vuoi dormire con il gatto nel tuo letto? E se Micio è super attivo di notte e non ti lascia dormire?

Assicurati di preparare alcuni posti caldi e comodi in cui il gatto possa dormire. Loro decidono dove vogliono dormire, ma sta a te stabilire dei limiti!

Piccolo consiglio: i primi giorni e le prime notti vi consigliamo di tenere l'animale in una stanza. Ciò lo aiuterà a sentirsi più a suo agio.

#7. Quanto ci mette un gatto ad ambientarsi in una nuova casa?

La risposta a questa domanda dipende dalla personalità del felino e, soprattutto, dalle esperienze che ha avuto nel corso della sua vita.

I gatti che hanno avuto esperienze traumatiche con gli esseri umani saranno più cauti e avranno bisogno di più tempo per sentirsi sicuri e sicuri.

In generale, se un felino non ha bagaglio emotivo e problemi di socializzazione, una decina di giorni saranno più che sufficienti affinché si senta a suo agio nel nuovo ambiente. Alcuni gattini timidi avranno bisogno di un po' più di tempo.

Dovrai essere paziente con Micio! Tutto il suo ambiente è completamente cambiato ed è inquietante per un animale, soprattutto perché i gatti sono animali abitudinari. Dovrai assicurarti di dargli un po' di spazio e tempo per adattarsi al suo nuovo territorio. Con pazienza, tenerezza e tempo, vedrai che il gatto si adatterà lentamente alla sua nuova casa!

#8. Posso andare in vacanza se ho un animale in affido?

Sì certo, puoi comunque andare in vacanza se hai un gatto in affido. Dovrai solo informare l'ente benefico con largo anticipo in modo che abbia abbastanza tempo per organizzarsi e trovare un'altra famiglia che possa prendersi cura del gatto in tua assenza.

#9. Ho la priorità di adottare l'animale se sono il suo affidatario?

Questo dipende dalla politica dell'ente di beneficenza, ma di solito sì, avresti la priorità nell'adottare l'animale che hai ospitato.

Ha senso ad essere onesti, il gatto si è abituato a te e alla tua casa, quindi se hai deciso di adottare il gatto che hai allevato sarà più agevole per il gatto piuttosto che andare in un'altra casa e dover adattarsi di nuovo.

#10. Ospitare un gatto: i vantaggi per entrambi

Ci sono così tanti vantaggi nell'allevare un animale, non solo per l'animale stesso ma anche per te! Eccoli in questa tabella riassuntiva:

VANTAGGI PER IL GATTO

VANTAGGI PER LA FAMIGLIA AFFIDATARIA

I gatti in affido sono più felici e socievoli di quelli che vivono nei rifugi. Stai semplicemente facendo una buona azione! In effetti, ti stai occupando della protezione degli animali.
Il gatto ha l'opportunità di scoprire la vita con i bambini, altri gatti/cani, un giardino, la vita in un appartamento, ecc...     Stai dando un nuovo inizio a un animale che finora non ha avuto molta fortuna.
Aiutando un gatto aiuti in effetti due gatti perché quando accogli un gatto in casa, fai spazio a un altro nel rifugio! Ami i gatti ma non puoi adottarne uno permanentemente perché la tua situazione non lo consente, ma puoi passare alcune settimane/mesi con un micio.
È meno spaventoso per un gatto stare a casa di qualcuno che stare in un rifugio con molti altri gatti, rumori e meno spazio per giocare.     Se vuoi adottare un gatto ma non sei sicuro, questo è un periodo di prova per te.
Are you a foster family? Tell us more about your experience in the comment section below
0 commenti
Conferma della rimozione

Sei sicuro di voler cancellare il commento?

Collegati per commentare