Instagram

È Natale! Tanti buoni sconto per voi🎄

Pubblicità

Alla scoperta dell’intertrigine nel cane e nel gatto

cuccioli-di-Shar-pei advice

La razza Shar-pei è predisposta a sviluppare intertrigine.

© Pixabay

L’intertrigine del gatto si manifesta con abrasioni cutanee nelle zone di sfregamento della pelle. Colpisce di frequente anche i cani, soprattutto quelli dal muso schiacciato.

Di Flavia Chianese

Pubblicato il 12/09/20, 21:06

L’intertrigine nel cane e nel gatto è un’infiammazione cutanea dovuta allo sfregamento della pelle.

Si classifica tra le dermatiti più comuni: le piodermiti. È chiamata anche dermatite delle pieghe cutanee

L'intertrigine interessa lo strato corneo, la zona intraepidermica e gli annessi cutanei, dunque si definisce una piodermite superficiale.

Chi colpisce l'intertrigine, la dermatite delle piaghe cutanee?

Tra gli animali domestici infatti, si manifesta con maggiore frequenza in quelle razze caratterizzate dalla presenza dei cosiddetti “rotolini” di grasso, o generalmente nelle razze brachicefale.

Tuttavia può presentarsi anche in una piega della pelle profonda, a patto che ci siano le condizioni per una proliferazione batterica

Quando infatti le pieghe della pelle sono profonde e soggette a sfregamenti anomali, batteri e lieviti trovano pane per i loro denti: microtraumi della pelle ne causano l’ingresso; e così in condizioni ideali di umidità e temperatura, questi microorganismi si replicano e crescono rapidamente.

Ciò favorisce la macerazione della pelle, e il risultato è un’infiammazione cutanea più o meno grave.

Questa condizione può peggiorare nel tempo e per questo motivo è necessario sottoporre il nostro amico ad un controllo veterinario.

Quali sono le razze maggiormente colpite dalla piodermite?

Tutte le razze brachicefale e con pieghe delle pelle, sono predisposte all’intertrigine, eccone alcune:

Razze di cani colpite dalla piodermite canina:

Razze di gatti colpite da intertrigine

Quali sono le cause dell’intertrigine?

Anche se non è una malattia genetica, le cause dell’intertrigine nel gatto e nel cane dipendono prevalentemente da una predisposizione fisica, caratterizzata dalla presenza di pieghe cutanee.

Tale caratteristica si ritrova spesso nelle razze brachicefale (dal muso schiacciato). Altri fattori possono contribuire alla comparsa o all’aggravamento di questo disturbo: 

Quali sono i sintomi dell’intertrigine? Come riconoscere la piodermite?

In caso di dermatite dalle piaghe cutanee a porzione tra due lembi di pelle si presenta:

  • Tipicamente priva di peli (alopecica);
  • Pelle arrossata;
  • La ferita è maleodorante (all’interno).

Dove può colpire la dermatite dalle piaghe cutanee?

  • Viso e labbra: in cani e gatti di razze brachicefale;
  • Corpo e collo: tipicamente nei cani, tra le pieghe cutanee;
  • Coda: Intertrigine da piega della coda (tipica dei cani con la coda a cavatappi, (es. Bulldog Inglese);
  • Vulva: Intertrigine altrettanto insidiosa e spesso trascurata, comune alle razze che soffrono di vulve profondamente incassate. Spesso provoca infezioni del tratto urinario

Diagnosi

La diagnosi può essere effettuata dal veterinario, che potrà effettuare un esame citologico per poter prescrivere la terapia più adeguata. 

Trattamento dell’intertrigine di gatto e cane

Il trattamento di tutte le tipologie di dermatite che interessano le pieghe cutanee, viene effettuato innanzitutto attraverso una pulizia assidua delle aree colpite, e poi laddove necessario, con l’uso di farmaci sistemici per gestire le dermatiti che possono derivarne.

Si utilizzano solitamente antimicrobici topici e/o antibiotici.

Intervento chirurgico

Si raccomanda l'intervento chirurgico negli animali colpiti in modo moderato o grave.

La rimozione delle pieghe cutanee anomale in questi casi sarà definitivamente risolutiva.

Il trattamento di infezioni della pelle secondarie e il raggiungimento del peso forma (in caso di obesità) ridurrà molto - o addirittura eliminerà - l’intertrigine.

Come si può prevenire l’intertrigine?

Prevenire le infezioni della pelle con una corretta pulizia previene l’insorgenza di intertrigine.

Anche il controllo del peso e la contemporanea gestione di altre malattie della pelle è fondamentale. 

Un'alimentazione adeguata, ricca di acidi grassi aiuta a mantenere l’idratazione della pelle e lo strato lipidico inalterato. In alcuni casi, con una dieta accuratamente formulata, è stato possibile ridurre il fastidio e favorire la rigenerazione della pelle.

Prima di scegliere un cane di razza, è importante conoscere a cosa si va incontro. Evitare di acquistare cani di razze altamente selezionate permette di ridurre il rischio di inutili patologie, dolorose per il cane, e impegnative per il padrone.