Scopri qui se il tuo cane è obeso!🐶

PubblicitĂ 

5 diete perfette per alimentare il cane senza crocchette

husky-che-mangia advice

Come alimentare il cane senza crocchette?

© Pixabay

Avete un Fido ma non volete nutrirlo con il cibo industriale? Ecco come alimentare il cane senza crocchette senza far mancare i nutrimenti essenziali per la sua salute.

Di Coryse Farina

aggiornato il 26/08/20, 15:30

Ormai sono sempre più numerosi i padroni di cani a chiedersi come alimentare il cane senza crocchette, rifiutando, così, un’alimentazione a base di cibo industriale.

Qualunque sia la vostra sceltà, però, vi ricordiamo che le crocchette per cani sono la soluzione migliore per chi non ha tempo e pazienza da dedicare alla preparazione di alimenti casalinghi.

Le crocchette, se di buona qualità, contengono tutti i principi nutrizionali di cui ha bisogno il nostro cane: basta scegliere quelle adatte alla sua taglia, al suo stile di vita e ad eventuali patologie o allergie (ed evitare, ovviamente, quelle di scarsa qualità!).

Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Di cosa ha bisogno un cane?

Qualsiasi sia la dieta che sceglierete per il vostro animale, è bene tenere a mente tutte le componenti di cui necessita un cane, al fine di limitare al massimo carenze e problemi all’organismo.

Proteine

Date da cane di ottima qualità, come manzo, pollo, tacchino e maiale, ma anche proteine del pesce, come il nasello, la platessa ed il salmone.

Inoltre, non bisogna sottovalutare le uova sode, proponendole al cane una volta a settimana con tanto di guscio tritato.

Latticini

Non sono necessari, quindi è bene proporli al cane sporadicamente. Scegliete quelli magri, privi di lattosio.

Carboidrati

I cani hanno più bisogno di cereali rispetto ai gatti. È bene somministrare massimo 5 grammi di cereali per chilo corporeo, al giorno. Avete la scelta tra farro, orzo e riso.

Frutta e Verdure

Sono necessarie alla salute del cane poiché apportano vitamine e minerali. Fate attenzione alla scelta degli alimenti dato che alcuni sono tossici.

Oli e grassi vegetali

Olio di oliva e olio di fegato di merluzzo sono dei perfetti complementi per qualsiasi dieta.

Fatte queste premesse, ecco alcune diete che potrebbero fare al caso vostro se volete evitare i mangimi industriai.

Come alimentare il cane senza crocchette?

Dieta Casalinga

La più diffusa e la più amata è certamente la dieta casalinga. È importante tenere a mente che, per dieta fatta in casa, non significa dare al cane gli avanzi della tavola, ma un tipo di alimentazione che prevede un menù apposito, giorno per giorno, che garantisca all’animale il fabbisogno di cui necessita.

Una dieta casalinga va inoltre discussa ed elaborata insieme al veterinario. L’esperto provvederà a consigliarvi le giuste dosi e i giusti alimenti in base al peso, all’età ed ai fattori patologici che corrispondono al vostro animale. È facile infatti incorrere in intolleranze e allergie gravi.

Per questa dieta, sono previste proteine cotte al vapore o bollite come carni bianche, pesce azzurro e numerose verdure come broccoli, zucca e fagiolini. È bene prevedere anche uova cotte, olio e qualche carboidrato per fare il pieno di energie.

Dieta vegana

Molti padroni di animali a quattro zampe, sentono il bisogno di condividere le loro scelte di vita con il proprio compagno peloso.

Per tale ragione, la dieta vegana per il cane, è sempre più ricercata. Prevede l’assimilazione di frutta e verdura, di cereali, soia, oli, estratti di proteine vegetali e grassi.

Essendo un animale onnivoro il cane tollera questo tipo di dieta, ma in natura è abituato ad ingerire le proteine della carne. Per tale ragione è bene provvedere ad una dieta vegana solo in casi di intolleranze o problematiche all’organismo.

È assolutamente vietato proporre una dieta vegana invece ai gatti. Sono animali carnivori che necessitano di prodotti di origine animale per essere in forma.

Dieta BARF

La dieta BARF per il cane, che esiste anche per il gatto, consiste nel somministrare carne rigorosamente cruda, verdure tritate, frattaglie, ossa in polvere e olio di fegato di merluzzo.

Questa dieta somiglia molto alla dieta casalinga, cambiano solo le modalità di cottura. Mentre per la prima è tutto cotto, per la dieta BARF del cane, bisogna proporre tutti gli alimenti crudi al cane.

Per quanto riguarda le dosi, si parte dallo stesso principio: bisogna concordarle con un veterinario per evitare ogni tipo di carenza.  

È importante fare attenzione alla qualità della carne, dato che cruda, potrebbe portare a numerose malattie infettive come la salmonella e l’ossitetraciclina.

Controllate inoltre la lista delle verdure crude da poter somministrare al cane. Molte sono digeribili solo da cotte, quindi è meglio verificare prima di rischiare un’intossicazione.

Dieta Bio

Come per l’uomo, potreste adattare la vostra alimentazione bio a quella del cane. Oltre che a fornire solo gli alimenti più adatti al vostro animale, ridurrete anche in modo sensibile ogni tipo di intolleranza chimica e farmacologica.

Si tratta di una delle diete più consigliate sia per il gatto che per il cane.

Pescatarian

Una delle diete per cani meno conosciute in Italia è la pescatarian. Consiste nell’eliminazione del consumo di tutti i tipi di carne tranne che del pesce.

Quest’ultimo diventa l’unica fonte di proteine animali e deve essere necessariamente accompagnato da verdure e oli.

È bene ricordare che il pesce va preparato cotto a vapore o bollito ed è preferibile scegliere del pesce bianco, con un apporto inferiore di calorie.

Questa dieta è perfetta per cani e gatti e ne sono la prova i cani nordici che da sempre sono alimentati solo a base di pesce e sono in ottima salute.

---

Articolo revisionato da

francesco-reina 



Francesco Reina
Assistente veterinario

Leggi anche