Come far vomitare un cane: consigli utili

Come far vomitare un cane
Come far vomitare un cane? Ecco qualche rimedio utile (e quando è necessario usarlo). ©Pixabay

Ci sono occasioni nelle quali è fondamentale indurre il vomito nei cani: ecco qualche consiglio utile su come far vomitare un cane (e quando, invece, è meglio evitare).

- Annuncio Pubblicitario -

Se l’amico a quattrozampe ingurgita qualcosa di pericoloso può essere utile indurgli il vomito ma bisogna stare attenti ed è consigliabile, in ogni caso, procedere solo dopo il parere favorevole di un veterinario. Ecco quindi quando e come far vomitare un cane.

Indurre il vomito al cane: quando sì e quando no

Non appena ci si rende conto che il cane ha ingerito qualcosa di pericoloso, e prima di indurre il vomito al cane, è fondamentale capire di cosa si tratta. Se il quattrozampe ha mangiato alimenti non commestibili (come veleno, oggetti di plastica, lumache morte o anche una processionaria) infatti, il vomito può salvarlo, mentre se a finire tra le sue fauci sono stati oggetti appuntiti, uncinati, taglienti o un prodotto corrosivo il tentativo di farli risalire dalla bocca può peggiorare la situazione.

Dopo aver appurato la natura dell’ingestione dannosa, quindi, è bene consultare prontamente il veterinario per avere il suo parere e capire se è il caso di far vomitare un cane o meno.

- Annuncio Pubblicitario -

Far vomitare il cane: sale e rimedi casalinghi

I rimedi casalinghi per far vomitare un cane sono numerosi. Il più facile da realizzare è quello che prevede di far assumere all’amico a quattrozampe un liquido a base di sale grosso (da cucina) e acqua. Per riuscirci può essere utile aiutarsi con una siringa (ovviamente senza ago) da introdurre direttamente nella bocca dell’animale o, in alternativa, si potrà introdurre il sale direttamente nella bocca tramite un cucchiaio e poi tenere il muso del cane chiuso facendogli delle coccole sotto la gola che lo indurranno a deglutire più velocemente.

In alternativa, poi, si può procedere con un piccolo quantitativo di acqua ossigenata (diluita in acqua) ma, in questo caso, sarà necessario accertarsi che la bottiglia del liquido sia appena stata aperta perché, a lungo andare, le proprietà che provocano il vomito vanno perse e dunque l’intera operazione potrebbe risultare inutile e controproducente. In terzo luogo, poi, tra i farmaci veterinari esistono vari emetici ad hoc.

Leggi anche: Perché i cani tremano? I motivi più comuni

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.