Giornata mondiale del cane adottato: riflessioni per il 23 settembre (Video)

Il 23 settembre si celebra in tutto il globo la giornata mondiale del cane adottato. Un’occasione per festeggiare ma anche per riflettere.

- Annuncio Pubblicitario -

Ai quattro angoli del globo il 23 settembre si celebra la Giornata Mondiale del cane adottato. Un’occasione per festeggiare i propri amici a quattro zampe che, provenienti da canili e rifugi, hanno arricchito con la loro presenza la vita domestica. Adesso sarebbe impossibile immaginare una vita senza di loro e questa può essere una splendida occasione di ricordarselo e di festeggiare in loro compagnia.

 

Allo stesso tempo, però, la Giornata mondiale del cane adottato è un’importante occasione per riflettere sulla triste realtà dei cani abbandonati e, magari, può rappresentare la spinta giusta per organizzare una visita in canile.

- Annuncio Pubblicitario -

Abbandono dei cani in Italia: i numeri e la legge

In Italia abbandonare un animale è un reato perché, come sottolinea l’articolo 727 del codice penale, “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Al di là della normativa, però, il fenomeno dell’abbandono resta comunque un problema reale. Nel Belpaese, infatti, ogni anno vengono abbandonati circa 50mila cani (e 80mila gatti!) che per la maggior parte vanno ad incrementare il numero dei randagi (che sono circa 900mila nel nostro paese). Una vera e propria emergenza, quella del randagismo, visto che l’80% dei cani “di strada” rischia di morire in un incidente, di subire maltrattamenti o di essere vittima di stenti mentre solo due su dieci trovano posto nelle strutture di accoglienza.

Adottare un cane: perché farlo

Adottare un cane è quindi una scelta importante che, dopo essere stata ponderata con attenzione, può davvero fare la differenza nella vita del cagnolino e in quella di chi decide di condividere con lui la quotidianità. Dati ISTAT alla mano – d’altra parte – sono, in Italia, circa 6 milioni e 800mila i cani che già condividono la propria vita con uomini, donne e bambini e molti di questi (per fortuna!) provengono proprio da canili e rifugi.

Progetti per sensibilizzare sul tema dell’adozione dei cani

Più ancora che acquistare un cane, quindi, il suggerimento – per chi vuole arricchire la sua vita con un concentrato peloso d’amore regalando, contemporaneamente, una nuova serenità al quattro zampe – è quello di recarsi in canile o in rifugio per scoprire come adottare un cane. Su questa tematica sono molti i progetti e le campagne di sensibilizzazione.


Due tra le più recenti (e interessanti) sono il corto animato di Nair Archawattana che, intitolato, Portami a Casa commuove per la sua dolcezza e il progetto fotografico dell’artista australiana Alex Cearns (gli scatti che accompagnano questo articolo sono suoi e provengono dalla pagina Instagram di Houndstooth Studio, lo studio fotografico che lei stessa ha fondato, ndr) che ritrae la bellezza imperfetta dei cani che, dopo essere stati abbandonati, iniziano una nuova vita con l’adozione. Due spunti di riflessione interessanti, insomma, due idee per festeggiare davvero la Giornata Mondiale del cane adottato con consapevolezza.

- Annuncio Pubblicitario -

Leggi anche: L’età ideale per adottare un cane

- Annuncio Pubblicitario -
Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.