Come usa la lingua il gatto: lo spiega la ricerca 

Ligua gatto
Passi avanti nella ricerca: ecco come il gatto usa la lingua. ©Pixabay

Una ricerca sulla lingua del gatto apre le porte alla conoscenza. Ecco che cosa hanno scoperto su  quest’organo del felino.

- Annuncio Pubblicitario -

Con l’ausilio di una telecamera ad alta risoluzione, degli scienziati americani hanno osservato la lingua del nostro micio e hanno fatto delle scoperte davvero interessanti. Vediamo insieme quali sono i risultati di questa ricerca sulla lingua del gatto. 

I risultati

La lingua del gatto contiene 300 papille che gli permetto di inumidire, grazie alla loro saliva, la base dei peli. All’interno della ricerca pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), rivista scientifica e organo ufficiale della United States National Academy of Sciences, si legge che fin ora era diffusa l’idea che la forma della papille fosse conica. In realtà è stato scoperto che sull’estremità di ciascuna di essere ci sono delle minuscole punte vuote, la cui forma permette di attirare e stoccare l’acqua della saliva, per poi trasferirla alla base del pelo. 

- Annuncio Pubblicitario -

«Le papille agirebbero quindi come delle vere e proprie cannucce – spiega Alexis Noel, coautore dell’articolo – quando tirano il liquido per poi mantenerlo nella cavità». Quando il gatto fa la toeletta, poi, questo liquido viene riversato alla base del pelo, riuscendo, in questo modo, a pulirsi in profondità. 

I gatti e la toeletta 

I gatti trascorrono molto tempo a “farsi belli”. Si è stimato, infatti, che circa un quarto della loro vita (quando sono svegli) viene trascorsa facendo la toeletta. Con questo gesto il micio evita la formazione di nodi nel mantello e scaccia via impurità ed insetti. Inoltre, sudando solo attraverso i cuscinetti delle zampe, grazie a questo gesto il corpo resta ben raffreddato. 

- Annuncio Pubblicitario -

Piccola curiosità: la lingua del gatto ha un meccanismo talmente ingegnoso che i ricercatori se ne interessano perché pensano che le spazzole per umani potrebbero essere migliorate grazie al modello felino. 

Leggi anche: Perché i gatti tengono la lingua fuori

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.