Cosa usare per pulire le orecchie al cane

pulire le orecchie al cane
Cosa usare per pulire le orecchie al cane e come farlo. Scopriamo insieme. © Pixabay

Per pulire le orecchie al cane esistono degli strumenti studiati in modo da non danneggiare l’apparato uditivo del nostro animale domestico ma, allo stesso tempo, garantirne la massima pulizia.

- Annuncio Pubblicitario -

Sia che sia un adulto sia che sia un cucciolo, è fondamentale pulire le orecchie al cane e farlo regolarmente. E, soprattutto, iniziare questa pratica fin dai primi mesi di vita. In questo modo il vostro amico peloso non sarà spaventato e si potranno prevenire problemi di udito e infezioni da funghi. Questo vale per tutte le razze, ma soprattutto per quelle che hanno le orecchie flosce e grandi o per esemplari che hanno allergie.

Uno degli interrogativi classici di ogni padrone è: cosa usare per pulire le orecchie al cane? Esistono procedure e strumenti studiati ai fini di non danneggiare l’apparato uditivo e a garantirne la massima pulizia.

Cosa utilizzare per pulire le orecchie al cane?

Potete trovare in commercio diversi detergenti auricolari (in farmacia o nei negozi per animali), scegliete quello che ritenete più indicato per il vostro animale. Poi, per la procedura vi serviranno garze sterili e cotone. In alternativa alle soluzioni liquide disponibili in commercio potete, per il lavaggio delle orecchie del cane, provare a preparare una soluzione artigianale con il 50% di alcol e il 50% di aceto di mele mescolati a temperatura ambiente. Non usate, però, questo “metodo casalingo” in caso di infezioni o di irritazioni.

Nell’eventualità, dopo consulto con il veterinario, di un’irrigazione completa serviranno, invece, carta assorbente e un kit apposito per la sciogliere il cerume da acquistare in farmacia.

- Annuncio Pubblicitario -

Cosa fare prima della pulizia del condotto uditivo?

Fate sedere vicino a voi il vostro animale e poi controllate l’interno delle orecchie, se sono coperte da cerume è ora di pulirle. Se queste riportano ferite o pensate che il cane possa avere l’otite, oppure se si nota una sporcizia molto scura che emana un cattivo odore, o ancora del sangue, è meglio rivolgersi al veterinario. Ma se non vi trovate in questa situazione, il lavaggio può essere fatto tranquillamente a casa.

Pulire le orecchie al cane non è difficile, è necessaria, però, una minima collaborazione del vostro amico a quattro zampe, ecco perché talvolta è preferibile farlo in due persone. Non è detto che questo sia il vostro caso, soprattutto se lo avete abituato fin da piccolo. Una delle prime cose da fare è verificare la presenza di parassiti o di altri corpi estranei da eliminare.

Quali passaggi seguire per una pulizia completa?

Arriviamo al dunque. Iniziate spostando il pelo dall’orecchio, pettinandolo per eliminare quello morto. Poi, immergete una garza o un batuffolo di cotone nella soluzione liquida, strizzate per eliminare il liquido in eccesso e incominciate a pulire delicatamente le orecchie del vostro cane, senza andare troppo in profondità. Cambiate il batuffolo o la garza ogni volta che sono sporchi e finché le orecchie non saranno completamente pulite. Pulite l’interno di entrambe le orecchie con cura e attenzione. E successivamente pulite l’esterno delle orecchie dell’animale domestico.

Quando il veterinario consiglia un lavaggio completo?

Nel caso in cui il cane avesse molto cerume, i veterinari possono consigliare un’irrigazione completa delle orecchie per fare in modo che lo sporco venga espulso completamente. In farmacia si possono acquistare semplici kit per la rimozione del cerume o detergenti appositi.

- Annuncio Pubblicitario -

Si prende il flacone e si riempe di liquido il canale auricolare del cane, si massaggia delicatamente l’orecchio dell’animale domestico per quasi un minuto. Si lascia che l’animale domestico si scrolli. Poi, bisogna pulire l’eccesso di liquido con una garza o un pezzo di carta assorbente. La stessa pratica deve essere fatta per entrambe le orecchie.

Il cane si scrollerà, un salutare istinto

A fine pulizia nel tuo paziente amico prevarrà l’istinto naturale, perché inizierà a scrollare la testa. Lasciaglielo fare, si libererà di ogni traccia di detergente. Allontanati un po’ da lui e poco dopo aiutalo a pulire ogni ultimo residuo portato verso l’esterno dal movimento del cane con carta assorbente o una garza. In caso di dubbi rivolgetevi al veterinario.

La pulizia delle orecchie, essendo una delle parti più delicate del cane, è una pratica che deve essere fatta regolarmente e con le tecniche e i prodotti corretti. E, come si è visto, può essere tranquillamente fatta in casa.

Leggi anche: Come pulire gli occhi al cane: tutto quello che c’è da sapere