Sully, il cane di Bush veglia sulla sua tomba

Sully, il cane dell’ex presidente degli Stati Uniti George H.W. Bush, morto venerdì 30 novembre 2018, giace di fronte alla tomba del suo padrone.

Un cane speciale e un gesto che ha fatto commuovere il mondo: parliamo di Sully, il cane dell’ex Presidente degli Stati Uniti George H.W. Bush, deceduto lo scorso 30 novembre, che non abbandona il suo padrone neppure dopo la morte. Famoso sui social dove ha un proprio profilo Instagram, Sully ha dimostrato con un solo gesto cos’è la fedeltà più pura.

- Annuncio Pubblicitario -

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sully H.W. Bush (@sullyhwbush) in data:

- Annuncio Pubblicitario -

La storia di Sully

Sully è un labrador retriever che sembra un cane normale, ma in realtà è speciale. Infatti, è stato addestrato dall’organizzazione no profit VetDogs, per assistere e aiutare le persone non autosufficienti. Proprio come l’ex Presidente, che da anni soffriva del morbo di Parkinson e che per questo gli era stato affiancato proprio Sully, che in caso di emergenza sa chiamare i soccorsi. Ora che Bush è morto Sully tornerà all’Associazione che lo ha addestrato, per un nuovo lavoro nella sezione terapie fisiche e comportamentali al Walter Reed National Military Medical Center.

Il gesto d’amore

Quello che rende speciale Sully, però, non è solo il suo addestramento, ma anche il suo comportamento, immortalato in uno scatto che ha fatto il giro del web. La foto ritrae il cane che veglia ai piedi della bara di Bush, con una didascalia concisa ma di grande effetto fa da cornice alla bellissima immagine: “missione compiuta”. Il suo compito, però, non è finito perché ora Sully si prepara ad aiutare il prossimo amico a 2 zampe.

Leggi anche: Giornata Nazionale del cane guida: l’importanza degli amici a 4 zampe

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.