Vi presentiamo Balto, un cane lupo molto speciale

Balto cane lupo cecoslovacco
Luca Carli insieme al suo cane lupo cecoslovacco, Balto. © Instagram/Lukacarli

Un cane o un lupo? Spopola tra gli amanti dei cani la tendenza ad adottare un lupoide e sui social il più famoso è Balto, un cane lupo cecoslovacco.

- Annuncio Pubblicitario -

Il fascino dei lupoidi colpisce tutti, grazie a Balto, il cane lupo più famoso di Instagram. Abbiamo fatto una chiacchierata con il suo proprietario, Luca Carli, che ci ha raccontato molte cose curiose su questa tipologia di animale. Tanti consigli per chi vuole adottare un cane così particolare.

Cosa rende tanto famoso il tuo Balto sui social?

«Questa è proprio una bella domanda! Senza ombra di dubbio suppongo che la bellezza si aggiudichi il podio delle motivazioni che spingono le persone a cliccare like sulle foto del mio cane. Ci tengo a precisare che Balto come cecoslovacco potrebbe non piacere a tutti, vista la sua fisionomia. Infatti ha delle orecchie molto grosse, un muso molto squadrato ed una postura eretta che sostiene un fisico massiccio.

- Annuncio Pubblicitario -

Alle esposizione si tende a premiare, invece, gli esemplari che ricordano molto di più la forma del lupo. Tutto questo ha reso il mio Balto unico nel suo genere e di una bellezza a parer mio impossibile da classificare. Il suo sguardo ambivalente ed i suoi colori ricordano in modo inequivocabile la sua radice lupesca, ma la sua postura ed i suoi modi di approcciarsi agli estranea non possono fare a meno di strappare un sorriso. Quando lo porto a spasso per la mia città non mancano le coccole, i premi regalati e le lunghe chiacchierate con perfetti sconosciuti rimasti ammaliati dalla sua bellezza.

La forza mediatica di Balto sta nell’essere genuino, trasparente e di brillare di luce propria. Le foto con lui, anche quelle più semplici, vengono arricchite dalle sue espressioni e dalle sue mimiche facciali. Queste sono le motivazioni che sono riuscito a trovare io, ma penso che fareste meglio a rivolgere questa domanda ai miei followers!».

- Annuncio Pubblicitario -

Un post condiviso da Luca Carli (@lukacarli) in data:

Come è nato il tuo amore per i cani lupo?

«Fin da bambino mi sono sempre piaciuti gli animali, tant’è che camera mia era costellata di giocattoli e un ingente numero di video documentari a loro dedicati. Durante la mia infanzia, inoltre, ho avuto la bellezza di due pastori tedeschi ai quali ero molto affezionato e che mi hanno fatto scoprire la lealtà ed il fascino dei lupoidi in generale e quanto sia bello convivere con loro.

Sfortuna ha voluto che entrambi morirono presto a causa di una malattia genetica chiamata mielopatia (che colpisce il midollo spinale) che li ha lentamente paralizzati ed uccisi. Dopo questa esperienza mi sono guardato bene dal riprenderne un altro, constatando che molti allevatori durante la fine degli anni novanta, avevano rivolto l’attenzione più al business dei pastori tedeschi (data l’enorme richiesta) concentrandosi sul numero delle cucciolate a discapito della salute dei genitori, favorendo la diffusione e l’aggravamento di questa terribile malattia.

In età adulta, tuttavia, la mia ricerca di una razza forte ma che mantenesse le fattezze fisiche del lupoide, trovò risposta in questa magnifica razza: Il Cane Lupo Cecoslovacco. Posso dire con estrema certezza che è stato “amore a prima vista”, pur ricordando che non è tutto oro ciò che luccica».

Quali sono le differenze caratteriali tra un cane e un cane lupo?

«Nonostante si parli pur sempre di un ibrido, dopo più di 50 anni di selezione della razza dove sono stati scelti gli individui più docili ed addestrabili dall’uomo, posso garantire che le differenze in sostanza con un cane comune sono minime. Anzi, ci tengo a precisare che il cane Lupo cecoslovacco è un cane a tutti gli effetti e come tale va trattato tenendo a mente qualche semplice considerazione.

Essendo cani molto “comunicativi” bisogna riuscire ad interpretare i loro versi. Non è raro che un cucciolo anche solo di pochi mesi possa già iniziare a ringhiare, nonostante i dentini da latte e la statura ancora minuta. Non ringhia perché ci odia o ci vuole far male, ma semplicemente per tentare di affermarsi all’interno di un nuovo branco. A questo punto sta a noi fargli capire qual è il suo posto all’interno del nucleo familiare con gesti e toni di voce adeguati per la situazione corrente. Ricordatevi che alzare le mani non è mai una soluzione.

Sono cani molto energici e molto attaccati al padrone. Se non volete che il cane vi distrugga casa o, nella peggiore delle ipotesi, gli istinti sopiti del lupo riaffiorino, è molto importante portarlo in giro a svagarsi, farlo socializzare e passare molto tempo con lui. Tutto questo è necessario allo sviluppo psichico dell’animale. Sarebbe sempre meglio non lasciare mai da soli questi animali, se non rinchiusi in un kennel adeguato e ben rinforzato, ma solo in caso di emergenza. Quando il cane ti riconoscerà come leader valido avrai acquisito un compagno di avventure leale e fidato per il resto della vita».

Un post condiviso da Luca Carli (@lukacarli) in data:

- Annuncio Pubblicitario -

Di quali cure ha bisogno un animale di questo tipo?

«Niente di più e niente di meno rispetto a tutte le altre razze. Sono cani a tutti gli effetti e come tali vanno trattati e nutriti. C’è chi predilige una dieta barf a base unicamente di carne, tuttavia l’unico consiglio che mi sento di dare è quello di alternare il cibo spesso e di non nutrire il nostro amico a quattro zampe sempre e solo con la solita tipologia di alimenti. Per quanto riguarda il discorso dei vaccini non c’è nulla da aggiungere rispetto a tutte le altre razze di cane».

Che consigli daresti a chi vuole adottare un cane lupo?

«Di informarsi a trecentosessanta gradi, chiedere ad amici o conoscenti che abbiano già esperienza e di parlare con esperti della razza. Purtroppo il cane lupo cecoslovacco è la razza canina con il più alto tasso di abbattimenti ed abbandoni. La causa è senza ombra di dubbio l’impreparazione dei padroni, presi troppo dall’euforia di avere un cane lupo, senza informarsi sui requisiti basilari per allevare questa razza o informarsi sommariamente.

Io, nonostante non sia un allevatore, cerco sempre di conoscere a fondo i futuri padroni dei miei lupetti, a costo di essere a tratti molto invadente. Sinceramente preferisco risultare antipatico, pretenzioso ed anche stressante ma garantire un ottimo equilibrio familiare qualora decidessi di lasciare adottare uno dei miei cani.

La scelta di un cane, di qualsiasi razza, deve essere ponderata. Bisogna sfruttare la loro natura, il loro attaccamento e la loro fiducia per educarli a convivere con noi e bisogna essere una figura autoritaria ma allo stesso tempo paziente in fase di addestramento. Al momento è un cane per pochi, non diventerà mai un cane per tutti ma con l’informazione potrebbe essere un cane per molti».

Un post condiviso da Luca Carli (@lukacarli) in data:

Leggi anche: Vi presentiamo Hachi, il cane più famoso del web

Appassionata di animali fin da bambina, ha scoperto cos'è il vero amore quando ha adottato la sua dolcissima shit-zu.