Come sta il gatto di Paolo Brosio? Ecco le ultime novità 

Paolo Brosio e sua madre erano in collegamento con la trasmissione Storie italiane, quando il loro gatto Sushi ha cominciato a sanguinare. 

Paolo Brosio, ex conduttore televisivo noto anche per la sua fede cattolica molto forte, era in diretta insieme alla madre per il programma Storie italiane, condotto da Eleonora Daniele. Mentre il discorso era incentrato sulle statue dei Santi che piangono sangue, il gatto di Brosio ha cominciato a sanguinare. Al di là di chi grida “Al miracolo”, vediamo cosa è successo al micio. 

- Annuncio Pubblicitario -

La storia 

Sembra una di quelle scene da film: Paolo Brosio e la madre discutono, in collegamento da casa della donna, con gli altri invitati alla trasmissione in studio. L’argomento di discussione è tutto nostrano: Santi, miracoli e statue che piangono sangue, quando, improvvisamente, il gatto di casa Brosio comincia a perdere sangue. A questo punto, Eleonora Daniele, vedendo madre e figlio visibilmente scossi dall’accaduto, chiude il collegamento, domandando loro di tenerla al corrente della situazione di salute del micio. 

- Annuncio Pubblicitario -

Come sta il gatto di Brosio? 

Sushi è stato immediatamente portato dal veterinario. «È una cosa incredibile – ha commentato Brosio – non era mai successa. Lo abbiamo portato dal veterinario, speriamo che non si tratti di nulla di grave. Sono sotto shock. Il gattino era al piano di sotto, ho detto di portarlo con me in diretta: è stata una vera e propria fortuna, altrimenti sarebbe morto a causa dell’emorragia. Una coincidenza incredibile». L’ex conduttore di Linea verde ha fatto sapere che il gatto è stato subito visitato, ma la prognosi non è ancora stata rivelata. Bisognerà attendere qualche ora per sapere cosa è successo al micio e se si rimetterà. Forza Sushi, siamo tutti con te! 

Leggi anche: La storia di Barry: il gatto sopravvissuto a una caduta dal settimo piano

Profondamente innamorata dei felini, trascorro il mio tempo a limitare i danni di due fratelli combinaguai dal manto tigrato che hanno sempre voglia di giocare: Enzo e Luisa. Se esiste una vita precedente, io probabilmente sono stata un gatto.