Cagnolina scompare all’improvviso: è precipitata in un fosso di 10 metri

Cagnolina precipita per 10 metri
Cagnolina sorda precipita in un buco profondo 10 metri: la storia incredibile arriva dall’Alabama. ©A New Leash On Life Org

Cagnolina sorda cade in un buco profondo 10 metri mentre gioca con i suoi fratelli: dopo 31 ore di soccorsi arriva finalmente la svolta.

- Annuncio Pubblicitario -

Avrebbe dovuto essere una passeggiata come tutte le altre quella per la quale la cagnolina Toffee, sorda dalla nascita, era uscita in compagnia dei suoi fratelli Snickerdoodle, Brickle e Cotton Candy. Dopo pochi minuti a spasso, però, ecco l’intervento inatteso del fato come riporta LaZampa.it. «Io e una mia amica eravamo vicino ai cani mentre stavano passeggiando – racconta la volontaria del gruppo di soccorso locale A New Leash on Life dsi Huntsville, in Alabama che aveva in consegna la cucciolata per la passeggiata mattutina -. Toffee si è messa a correre verso di noi e a un certo punto è scomparsa nel vuoto».

Toffee cade nel buco

Immediatamente le ragazze sono corse ad esplorare la zona dell’improvvisa scomparsa della cagnolina e hanno scoperto un buco nel terreno. «Non c’era prima – ha spiegato ancora la volontaria – e probabilmente si è creato di recente per colpa delle piogge. All’inizio pensavo di riuscire a spostare una pietra per raggiungerla, non pensavo che quel buco fosse così profondo. A circa un metro e mezzo di profondità mi sono accorta che c’era un buco più piccolo molto più profondo». Profondo circa 10 metri.

L’arrivo dei soccorsi

Una volta capito che, da sole, non sarebbero riuscite a salvare Toffee, le ragazze hanno quindi allertato i soccorsi che sono prontamente intervenuti ma subito si sono accorti che le condizioni erano estreme e hanno a loro volta allertato la Huntsville Cave Rescue Unit, specializzata nel soccorso in grotta. Il buco, però, era troppo stretto e le ore passavano mentre la cagnolina, sorda, non poteva nemmeno essere confortata dal rumore delle voci all’esterno. Nel frattempo era scesa la notte.

- Annuncio Pubblicitario -

Il salvataggio di Toffee e il lieto fine

I soccorsi, quindi, si sono interrotti fino al mattino dopo. «Ero terrorizzata dall’idea di lasciare Toffee nel buco per una notte intera – spiega ancora la volontaria -. Riuscivo a vederla con una torcia e a un certo punto si è sdraiata per dormire, sapevo che aveva acqua e cibo ma non era tranquilla lo stesso. Ho dormito circa 4 ore e alle 5 del mattino seguente ero già lì». L’indomani di buon’ora, quindi, le operazioni sono ripartite e dopo vari esperimenti finalmente Toffee è stata salvata. «Li ho visti provare tante soluzioni nel corso delle 31 ore che stavo perdendo le speranze – conclude la volontaria -, ma alla fine Toffee stava benissimo e non aveva nessuna ferita. I suoi fratellini la stavano aspettando e lei ha iniziato a correre attorno a loro per farsi leccare. È stato uno spettacolo commovente».

Leggi anche: Cane ferito salvo grazie all’escursionista che lo porta in spalle

Cresciuta tra i San Bernardo mi sono convertita - da ormai un lustro abbondante - alla (piacevolissima) compagnia di Clicquot, una Beagle dal carattere frizzante come lo champagne del quale porta il nome. Faccio la giornalista da sempre, occupandomi di tutto un po', ma il mio habitat naturale è il fashion e ho un PhD in Semiotica della Moda.