Le classi e le categorie dei gatti delle mostre feline

mostre feline
Quali sono i criteri per partecipare alle mostre feline? Ecco i dettagli da conoscere. © Shutterstock

Se sei un novizio partecipante alle mostre feline, devi sapere che esistono numerosi classi e categorie differenti. Scegliere quella corretta per il tuo micio potrebbe non essere così scontato: ecco una breve guida che può aiutarti.

- Annuncio Pubblicitario -

La partecipazione alle mostre feline può risultare articolata ai non addetti ai lavori. Una mostra felina, infatti, è organizzata in modo tale che i gatti che vi partecipano siano classificati in base a criteri di giudizio molto rigidi, ognuno dei quali prevede un premio specifico. Ecco classi e categorie di concorso dei gatti più belli amanti delle mostre feline.

Mostre feline: i gatti in concorso

Ad un’esposizione felina possono essere presenti sia gatti con pedigree che senza pedigree. Nel primo caso si parla della categoria gatti di razza alla quale, a sua volta, sottostanno classi di concorso specifiche. Nel secondo gruppo, invece, si classificano i gatti di casa che non presentano pedigree ma che comunque rientrano tra gli esemplari di gatti più belli.

Tutti i gatti possono partecipare. Solitamente i gatti che partecipano al concorso sono iscritti a catalogo. I gatti di razza più belli che per la prima volta partecipano ad un’esposizione, ma anche i meticci, sono definiti Novizi, mentre i Premior Supremo è la definizione data a quei gatti con una già lunga carriera alle spalle e che hanno ottenuto il titolo finale del campionato.

Le classi di concorso presenti alle mostre feline

Tutti i gatti che partecipano ad un’esposizione o mostra felina sono giudicati in base ai criteri di appartenenza a determinate categorie.

In linea generale le mostre feline suddividono i partecipanti in:

  • gatti di razza e razze non riconosciute,
  • gatti di casa,
  • cucciolate e cuccioli di gatto dai 3 ai 6 mesi
  • gatti giovani dai 6 ai 10 mesi
  • gatti fuori concorso, non iscritti a catalogo
  • la classe Ph Premio d’Onore (specifica dei gatti plurivincitori che hanno terminato la loro carriera)
  • Campionato e Premior

Ad ogni classe è associato un solo giudice abilitato a esaminare un certo gruppo di gatti (circa 45 per categoria). Per la categoria dei gatti di razza non ancora riconosciute, invece, vi è uno o due giudici abilitati a giudicare ogni razza, che si suddividono la classifica tra gatti a pelo corto e pelo lungo e semilungo.

- Annuncio Pubblicitario -

Alla fine di ogni competizione il giudice può assegnare ai gatti concorrenti per ogni categoria il titolo di Best in Show per categoria del mantello ed età, il quale viene a sua volta selezionato con uno spareggio tra la categoria maschio e femmina.

Le categorie dei gatti di razza alle mostre feline

Tra le varie categorie di partecipazione al concorso, la prima include le razze Radgoll, Persiano, Sacro di Birmania, i gatti di tipo esotico e il Turco Van. La seconda categoria seleziona i migliori esemplari tra le razze di gatti giganti (Maine Coon Norvegese delle Foreste), American Curl, LaPerm, Siberiani, razza Neva masquerade e gatti Angora Turco.

Al terzo insieme di gatti da giudicare, invece, appartengono i Certosino, il British Shorthair, il Bengala, il gatto Korat e Manx, l’Egyptian Mau, la razza Ocicat, il gatto Singapura, il Kurilean, lo Snowshoe, il gatto Brumese e Burmilla e i gatti di razza europea. E per l’ultima categoria di gatti di razza, vengono giudicati: i siamesi, i Blu di Russia, l’Abissino, il Devon Rex, i gatti orientali e somali, la razza Balinese, i gatti senza pelo tra cui la razza Peterbald e quella Sphynx.

All’interno di ogni categoria, la selezione e i criteri di giudizio raggruppano i gatti in base al sesso e all’età.

Campionato e titoli di qualificazioni alle mostre feline

I gatti di razza che abbiano già compiuto i 10 mesi possono partecipare ai Campionati di mostre feline che prevedono titoli diversi a seconda della categoria. Queste classificazioni sono effettuate seguendo gli standard della WCF (World Cat Federation). Solitamente i gatti interi e sterilizzati, appartenenti alla stessa classe di concorso, seguono strade diverse.

La carriera di un gatto adulto che è solito partecipare a mostre feline inizia concorrendo al titolo CAC o CAP (per gatti sterilizzati) che prevede il Certificato di Attitudine per il Campionato di Bellezza che dà accesso al titolo successivo.

- Annuncio Pubblicitario -

Questo certificato viene ottenuto dal gatto che ottiene tre titoli diversi con tre giudici diversi e il titolo di Campione o Premior Nazionale:

  • I titoli della classe GCACE-GCAPE e CACE-CAPE, Certificato di Attitudine per i campionati europei, che prevedono la nomina di Gran Premior d’Europa e Campione d’Europa dopo aver concorso e vinto tre titoli, in tre paesi diversi ottenuti da tre giudici diversi.
  • Le qualificazioni alla classe di campionato CACIB-CAPIB e GCACIB-GCAPIB,  Certificato di Attitudine per il Campionato Internazionale e il Gran Campionato Internazionale di bellezza. Ottenuto con tre titoli, in due paesi diversi e da tre giudici.
  • La classe di campionato CACM-CAPM per il Certificato di Attitudine al campionato del mondo in mostre feline WCF, il quale seleziona il gatto Campione o Premior del mondo che ha ottenuto tre titoli, da tre giudici, in tre mostre feline svolte in tre paesi diversi (di cui uno fuori Europa) e uno ottenuto in concorso felino a livello mondiale.
  • E il livello più alto e conclusivo del campionato, ossia la classe CACS/CAPS che giudica il Campion o Premior Supremo ai partecipanti vincitori di 9 titoli della stessa classe presente ad esposizioni FiFe.

Raggiunto questo traguardo il gatto non avrà più dei titoli a gran valore, ma potrà partecipare per diventare Suprem Premior o Campione supremo e ottenere così un premio d’onore.

Le classi di concorso dei gatti di casa

In una mostra felina, la categoria dei gatti di casa è suddivisa in classi di concorso che seguono un campionato a sé stante, separato da quello specifico per i gatti di razza. Come per i gatti di razza, anche la categoria gatti di casa è classificata a seconda del sesso e dell’età dei mici. Vi è, dunque, la classe di concorso specifica per gatti maschi e femmine integri o neutri, gatti giovani tra i 6 e i 10 mesi e la categoria cuccioli dai 3 e ai 6 mesi, che a loro volta sono suddivise tra maschi e femmine.

Il campionato dei gatti di casa è suddiviso in modo diverso rispetto a quello dei gatti di razza ed è in prevalenza svolto in contest a livello regionale e nazionale.

Se il fascino di una mostra felina conquista molti, i cavilli e i regolamenti di ogni tipo di campionato risultano essere adatti ad un’elite ben ristretta di amanti dei gatti. Ma questo non basta a fermare gli assidui partecipanti che ogni anno si incontrano nelle varie esposizioni e mostre feline sparse in Europa e nel mondo.

Leggi anche: La giuria e i premi della mostra felina

Essere una gattara per me è un onore. Non so ormai più quanti gatti ho cresciuto e quanti ancora ne crescerò! Al momento ho Mimì e GouGou che mi rallegrano le giornate tra fusa e miagolii! Non potrei immaginarmi una vita senza un gatto! Il mio motto è: "diffida da chi non ama i gatti"!