I pet fanno bene davvero? Rispondi!

Pubblicità

Cosa mettere nella valigia del cane? Gli indispensabili

Cane Chihuahua con valigia al mare

Ecco cosa mettere nella valigia del cane per avere tutto l'essenziale.

© linkpusher / Shutterstock

Sapere cosa mettere nella valigia del cane è indispensabile per una vacanza serena e senza stress. Ecco tutto ciò che non bisogna dimenticare.

Di Flavia Chianese

aggiornato il 08/07/21, 12:32

Un viaggio in compagnia del proprio amico a quattro zampe è un’esperienza meravigliosa, ma per evitare intoppi e goderselo a pieno è bene essere previdenti e sapere cosa mettere nella valigia del cane: i suoi oggetti personali, il kit di pronto soccorso con relativi farmaci, e ovviamente l’adeguata documentazione.

Che stiate partendo verso mete avventurose o di puro relax, anche Fido avrà bisogno del suo bagaglio: scopriamo come riempirlo e quali sono i farmaci per viaggiare con il cane in sicurezza!

Come educare il cane a viaggiare: efficaci tecniche di addestramento

Ecco cosa mettere nella valigia del cane

Un cane sarà sempre pronto a tuffarsi in un’avventura con il suo umano preferito, lo seguirebbe persino in capo al mondo. Il suo cuore non ha bisogno di null’altro, ma il mondo degli umani è ben più complicato, e ogni viaggio può portare con sé qualche imprevisto.

Nella lista di cosa mettere nella valigia del cane, cominciamo dagli accessori basic di cui ogni cane ha bisogno per affrontare un viaggio:

  • Collare, guinzaglio e medaglietta con numero di telefono inciso;
  • Museruola (per visitare alcuni luoghi è obbligatorio che il cane la indossi!);
  • Le sue crocchette, che dovranno bastare per l’intera permanenza (meglio non cambiare alimentazione durante il viaggio!);
  • Salviette per la detersione del pelo e degli occhi, spazzola e bustine per gli escrementi;
  • Una stuoia e il suo telo personale, perché abbia sempre un pezzetto di casa su cui adagiarsi (se viaggia in trasportino, mettetela all’interno!)
  • Ciotole comode per viaggiare: pieghevoli o impilabili, che siano facili da tirar fuori e da riporre all’occorrenza;
  • Il suo gioco preferito;
  • Un kit di pronto soccorso;
  • La documentazione necessaria.

Il kit di pronto soccorso: quali farmaci per viaggiare con il cane?

Per organizzare al meglio un kit di pronto soccorso per il nostro amico a 4 zampe dovremmo innanzitutto pensare al tipo di viaggio che stiamo affrontando: siamo diretti al mare o in montagna? Il cane soffre già di patologie? È un cucciolo o un anziano?

Cosa può mangiare Fido prima di partire? Info utili

Ognuno ha esigenze diverse, ma il kit di base dovrebbe sempre prevedere:

  • Antibiotico ad ampio spettro prescritto dal medico veterinario (meglio se è già stato somministrato in passato);
  • Antistaminici e pomate al cortisone per eventuali punture di insetto o reazioni allergiche: possono scatenarsi improvvisamente!
  • Antiparassitari per garantire una copertura efficace durante tutta la permanenza 
  • Antiemetico o antidiarroico: vomito e diarrea sono i nemici peggiori di ogni viaggiatore!
  • Pinzette per estrarre eventuali zecche;
  • Disinfettanti come l’alcol, o ancor meglio l’acqua ossigenata: quest’ultima può essere usata anche per indurre il vomito in caso di ingestione di sostanze pericolose. 
  • Garze, bende e ovatta.
Viaggi in aereo? Ricorda di riporre il kit in valigia e non nel bagaglio a mano: in questo modo eviterai ritardi e seccature durante i controlli in aeroporto!

Farmaci calmanti: quando il viaggio è lungo e faticoso

I lunghi viaggi, che siano in aereo, in nave, in treno o in auto possono essere fonte di forte stress, soprattutto se i nostri amici a 4 zampe sono obbligati a percorrerlo all’interno di un trasportino.

Fatevi consigliare dal veterinario se è il caso di somministrare dei farmaci sedativi e calmanti in base alla durata del viaggio, alla modalità e alla personalità del cane: per soggetti iperattivi, nervosi o che soffrono di ansia da separazione potrebbe essere la soluzione più adatta. 

I farmaci sedativi più usati in veterinaria sono il Diazepam (Valium) e l’Acepromazina (Killitam).

È una buona idea somministrare farmaci?

È estremamente pericoloso somministrarli senza il parere di un esperto in quanto sono farmaci che interagiscono con il sistema nervoso del cane e il loro effetto dura diverse ore: al risveglio il cane potrebbe apparire frastornato e spaesato perciò è bene accertarsi di utilizzare il corretto dosaggio, anche in base alle tappe di viaggio previste. 

Inoltre alcune compagnie aeree non accettano animali domestici sedati: informatevi in modo dettagliato prima di procedere e di decidere cosa mettere nella valigia del cane.

Alternative ai farmaci sedativi

Qualora non fosse possibile utilizzare i suddetti farmaci a causa di interazioni farmacologiche ed effetti collaterali, vi suggeriamo alcune soluzioni alternative. Provate così:

  • Fate stancare il cane prima dell’imbarco o della partenza con un’appagante attività fisica;
  • Utilizzate spray ai feromoni tranquillanti;
  • Somministrate integratori di melatonina (un ormone naturalmente prodotto dal cane) che ha funzione calmante e di regolazione dei ritmi veglia-sonno.
  • Rimedi naturali a base di camomilla e valeriana.
Camomilla per cani: 3 modi per utilizzarla

Accessori extra per un viaggio senza intoppi: per chi pensa davvero a tutto!

Se Fido è molto giovane, esuberante e tende a scappar via potrebbe essere utile prevedere l’acquisto di un apposito GPS: in commercio ne esistono diversi tipi che permettono di rintracciare il cane in caso di smarrimento.

Particolarmente indicato per chi prevede gite nella natura o in grandi spazi aperti, dove il cane può essere lasciato di scorrazzare senza guinzaglio. 

Sport con i cani: i benefici per cane e padrone

Se invece prevedete percorsi lunghi e impervi valutate l’idea di acquistare per lui dei calzini o delle scarpette da trekking: le sue zampette sono robuste e i suoi cuscinetti adatti a molte superfici.

Un cane anziano però potrebbe soffrire a contatto con un suolo molto caldo per lungo tempo o rischiare di provocarsi qualche ferita in grado di pregiudicare l’intero viaggio! Ecco quindi cosa mettere nella valigia del cane.

Documenti per il viaggio del cane

Non basta avere solo il microchip per spostarsi all’interno dell’UE: secondo il Regolamento (UE) n. 576/2013 è obbligatorio il passaporto individuale (rilasciato dai Servizi Veterinari delle AUSL competenti) come documento di identificazione dell’animale da compagnia.

Una visita dal veterinario di fiducia è indispensabile sia per assicurarsi che Fido sia in buone condizioni di salute, sia per accertarsi di avere tutti i vaccini e i certificati necessari e nei giusti tempi: ricorda che l’antirabbica è obbligatoria per raggiungere alcuni paesi e deve essere effettuata almeno 21 giorni prima della partenza. 

Ora è tutto pronto: non resta che partire per una fantastica avventura, fianco a fianco con il tuo più fedele amico!